Animali

Si chiama plasticosi ed è una nuova patologia: colpisce (per ora) solo gli uccelli marini

In alcuni uccelli marini è stata diagnosticata la plasticosi, una malattia infiammatoria del tratto digestivo causata dall'ingestione di frammenti di plastica. Potrebbe colpire anche altre specie animali?

Le acque del nostro Pianeta sono invase da milioni di tonnellate di plastica di tutte le dimensioni, la cui presenza sta creando danni spesso irreversibili alla salute di moltissime specie viventi. Una delle più sfortunate in questo senso è la berta piedicarnicini (Ardenna carneipes), un uccello marino che vive nell'Oceano Pacifico e Indiano e che è stato eletto "il più inquinato del mondo", nel senso che è il volatile che in media ingerisce più plastica. Ora, uno studio pubblicato su Journal of Hazardous Materials identifica proprio in questi uccelli una nuova patologia, la plasticosi, causata come suggerisce il nome proprio dall'ingestione di plastica e che colpisce le berte causando loro danni al sistema digerente e rallentandone la crescita.

Che cos'è la plasticosi? C'è un motivo se la berta piedicarnicini è l'uccello più inquinato del mondo: le capita spesso di scambiare i pezzi di plastica che galleggiano in mare per il cibo, e quindi di mangiarseli o, ancora peggio, di darli in pasto ai pulcini. La plastica, però, non è digeribile, e i frammenti ingeriti si "piantano" quindi nello stomaco di questi uccelli, causando ferite e ulcerazioni che non possono guarire per la presenza di materiali estranei. Questo alla lunga causa la fibrosi, una condizione per cui le cellule danneggiate non riescono più a ripararsi e vengono sostituite da tessuto connettivo. Il risultato è particolarmente evidente nel proventricolo, il primo tratto dell'apparato digerente delle berte: se affetto da plasticosi si indurisce, perdendo in parte o del tutto la sua flessibilità.

Non solo lo stomaco. La plasticosi può danneggiare e distruggere anche le ghiandole che producono le sostanze digerenti: la combinazione di questi due fattori (stomaco rigido e ghiandole distrutte) rende le berte colpite più vulnerabili a parassiti e altre infezioni, e meno efficienti nel digerire il cibo – una condizione che può portare alla malnutrizione con tutte le sue conseguenze. Un'altra osservazione emersa dallo studio è che la plasticosi potrebbe influenzare in qualche modo la crescita di questi uccelli: gli esemplari con più plastica in corpo sono più leggeri e hanno ali più piccole di quelli sani. Come accennato prima, poi, la plasticosi è "ereditaria": il 90% dei pulcini studiati hanno in corpo una certa quantità di plastica passata loro dai genitori come cibo. Lo studio è solo il primo passo verso la comprensione di questa nuova patologia: per ora sappiamo che colpisce l'apparato digerente, ma si pensa che possa avere effetti anche su quello respiratorio o su organi come i reni.

12 marzo 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us