Animali

Gli orsi bruni in Siberia hanno troppo caldo e non riescono ad andare in letargo

Le temperature dell'autunno siberiano stanno rendendo difficile l'ibernazione per gli orsi: vagano mezzi addormentati in zone dove fa troppo caldo perché il loro corpo si "spenga" del tutto.

In Siberia quest'autunno si sono registrate temperature da record, in particolare nel mese di novembre, e tra le prime vittime di questa situazione sempre meno eccezionale ci sono gli orsi bruni: come riportato su Telegram dal Dipartimento per la protezione della fauna selvatica della regione dell'Amur, molti plantigradi della regione siberiana (e non solo, come vedremo dopo) non sono ancora entrati nei loro rifugi per affrontare il letargo, e vagano mezzi addormentati in zone dove fa ancora troppo caldo perché il loro corpo si convinca del tutto a "spegnersi".

Letargo a comando. Al contrario di molti altri mammiferi, gli orsi bruni scelgono attivamente quando entrare in letargo (o ibernazione? Vi avevamo spiegato la differenza qui), e lo fanno affidandosi a una serie di stimoli esterni e interni che dicono al loro corpo "è il momento". La temperatura dell'aria è ovviamente uno di questi: appena si abbassa oltre una certa soglia, gli orsi capiscono che l'inverno sta arrivando ed è il momento di andare a dormire. Ma come detto gli stimoli sono anche interni: nei mesi estivi e autunnali, gli orsi accumulano riserve energetiche per l'inverno sotto forma di cibo, e capiscono che è il momento di addormentarsi anche in base al loro grado di sazietà. Il problema in Siberia è che le temperature troppo alte sono in conflitto con il senso di "pienezza" che molti orsi stanno provando in questi mesi dopo aver mangiato tutta l'estate; un problema amplificato dal fatto che più caldo significa più cibo a disposizione, e finché hanno cibo a disposizione gli orsi continuano a mangiare, anche se hanno sonno.

Dormire o mangiare? Il risultato di questi stimoli contraddittori (sonno da sazietà, veglia da caldo) è che molti orsi maschi hanno attivato il meccanismo fisiologico che abbassa il loro metabolismo e li porta verso il letargo, ma non si sono ancora sdraiati e continuano a vagare, mezzi addormentati, in zone troppo calde per la stagione. Oltretutto, le temperature da record hanno un altro effetto collaterale: la neve si scioglie appena tocca terra, e va a impregnare il suolo d'acqua; e questo, secondo un'ipotesi, rende molto scomode le tane degli orsi, che sono meno stimolati a sdraiarsi e addormentarsi per l'inverno. L'unica consolazione per i plantigradi siberiani potrebbe essere il classico "mal comune mezzo gaudio": anche in Alaska gli orsi stanno vivendo gli stessi problemi dovuti al caldo, e peggiorati dal fatto che, mezzi addormentati, si avvicinano alle città per rubare il cibo dai bidoni della spazzatura, nutrendosi così di schifezze che non li aiutano ad accumulare grasso per l'inverno.

18 dicembre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us