Speciale
Domande e Risposte
Animali

Il gioco di sguardi tra uomini e cani è una questione di naso?

La capacità dei cani di comunicare con l'uomo attraverso lo sguardo varia con le razze: ad alcune viene meglio che ad altre. Secondo uno studio, dipende dal naso.

Chi condivide la propria vita con un cane lo sa bene: il rapporto tra un umano e il suo compagno peloso è fatto soprattutto di sguardi. A seconda che voglia le coccole o le crocchette, che ci inviti al gioco o ci chieda di uscire per una passeggiata, Fido ci guarda in modi diversi.

E la scienza lo conferma: il gioco degli sguardi tra cane e umano è parte fondamentale del rapporto, ed influisce in entrambi sulla produzione di ossitocina, un ormone che regola positivamente sulla sfera della fiducia e dell'affettività.

Secondo un team di ricercatori della Eötvös Loránd University (Ungheria), però, non tutti i cani usano lo sguardo allo stesso modo: alcune razze sono più predisposte rispetto ad altre nel comunicare con gli occhi. Il loro studio è stato pubblicato su Nature.

Guardami... I ricercatori hanno condotto uno studio su 125 cani adulti di razze ed età diverse, inclusi numerosi meticci. Gli animali sono stati sottoposti a diversi test comportamentali, tra cui uno dedicato proprio alla capacità di fissare gli umani. Il cane veniva premiato con un bocconcino prelibato ogni volta che instaurava un contatto visivo con il ricercatore.

Con il passare del tempo tutti i cani sono diventati sempre più veloci nel fissare l'umano negli occhi, ma alcuni di loro risultavano decisamente più tempestivi di altri e sostenevano il contatto visivo più a lungo.

Questione di naso. Secondo gli scienziati tra i vari fattori che incidono sulla capacità del cane di comunicare con lo sguardo ci sono la forma della testa e la lunghezza del muso. Cani con il naso corto come il boxer o il bulldog sarebbero più abili e veloci rispetto ai colleghi con il muso allungato, così come, in generale, i meticci e i cani più giovani sarebbero più propensi ad instaurare il gioco di sguardi con l'uomo.

I ricercatori non hanno indagato, almeno per ora, se anche nell'uomo la lunghezza del naso abbia qualche relazione sulla capacità di comunicare con il cane.

7 maggio 2021 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di coriosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us