Gavettoni mortali

I pesci arciere (Toxotes jaculatrix) devono la loro notorietà e nome alla singolare capacità di sputare dalla bocca un violento getto d'acqua (che negli esemplari adulti può raggiungere 1,5 metri)...

200622220724_8
Gavettoni mortali
I pesci arciere (Toxotes jaculatrix) devono la loro notorietà e nome alla singolare capacità di sputare dalla bocca un violento getto d'acqua (che negli esemplari adulti può raggiungere 1,5 metri) per colpire gli insetti che sostano incautamente su foglie o rami vicini alla superficie dell'acqua. L'insetto cade e il pesce l'ingolla
Da sempre, questo strano modo di cacciare ha affascinato gli scienziati. Come riescono questi pesciolini di 25 centimetri a vedere fuori dall'acqua? Calcolano le distanze e le traiettorie o si basano sul caso? E come riconoscono se una preda non è in realtà un boccone troppo grosso da inghiottire?
Alcuni ricercatori tedeschi hanno recentemente concluso alcuni esperimenti dimostrando che il pesce arciere possiede un'intelligenza in grado non soltanto di imparare dall'esperienza, ma anche di calcolare precise traiettorie.
23 Febbraio 2006 | Anita Rubini

Codice Sconto