Animali

I gamberi di fiume assumono i nostri psicofarmaci (ed è un problema)

Gli antidepressivi e gli ansiolitici che noi umani buttiamo via finiscono nei fiumi: qui vengono assunti dai gamberi, con conseguenze sui loro comportamenti.

Una delle forme di inquinamento dell'acqua più subdole e meno studiate è quella che deriva dagli scarichi domestici: il lavandino, la doccia, il gabinetto… Tutto quello che ci buttiamo dentro, dai rifiuti solidi a quelli liquidi, rischia di entrare a far parte della rete trofica acquatica dell'ambiente circostante; in altre parole, quando buttiamo qualcosa nel water il rischio di ritrovarcela nel fiume o nel lago più vicino è altissimo.

Antidepressivi. Tra le tante sostanze che gettiamo in acqua tutti i giorni ci sono anche farmaci di ogni tipo: tra questi ci sono gli antidepressivi, che possono venire assunti involontariamente dalla fauna acquatica. Un nuovo studio pubblicato su Ecosphere dimostra che i gamberi di fiume sono particolarmente sensibili a questi farmaci, e cambiano radicalmente il loro comportamento se li ingeriscono – con tutti i problemi che questo può causare a loro e all'ecosistema.

Sappiamo già che i gamberi di fiume, cioè tutte quelle specie di crostacei di acqua dolce che appartengono alle superfamiglie Astacoidea e Parastacoidea, sono sensibili agli antidepressivi. Il team dell'università della Florida che ha condotto lo studio ha provato a quantificare questi effetti, e a capire se la concentrazione media di questi farmaci nelle acque dolci a uso domestico sia sufficiente da farli scattare.

Simulazione. Per farlo hanno creato in laboratorio due corsi d'acqua artificiali che simulassero al meglio l'ambiente naturale dei gamberi, e in uno di questi hanno versato nell'acqua una concentrazione di antidepressivi equivalente a quella che si trova in natura (in particolare hanno usato un farmaco che si chiama Citalopram, usato contro i disturbi d'ansia e gli attacchi di panico). L'altro acquario è stato tenuto al naturale, e i gamberi osservati per due settimane per studiare eventuali variazioni nel loro comportamento.

Le differenze tra i gamberi "drogati" e quelli a cui non sono stati somministrati farmaci si sono rivelate drammatiche: i primi hanno infatti dimostrato molto più coraggio e meno timidezza, uscendo dai loro rifugi in cerca di cibo circa il doppio delle volte rispetto ai loro colleghi.

Più vulnerabili. In laboratorio questo non fa molta differenza per gli animali, che si trovavano in un ambiente controllato; ma in natura questa sfacciataggine potrebbe creare loro dei problemi e renderli più vulnerabili ai predatori, e potrebbe anche avere degli effetti negativi sull'intero ecosistema, perché i gamberi esposti al Citalopram consumano anche più cibo, e rischiano di rompere gli equilibri trofici.

Infine, un gambero che si è stancato andando a caccia ha meno energie per la ricerca di un partner e quindi la riproduzione. Una cascata di effetti, insomma, che nasce dal fatto che spesso non smaltiamo correttamente i nostri medicinali e che gli impianti di depurazione delle acque non riescono a rimuovere il 100% delle sostanze dannose.

15 luglio 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us