Animali

Il fungo che spinge le mosche alla necrofilia

C'è un fungo parassita delle mosche che, per facilitare la diffusione delle sue spore, convince i maschi ad accoppiarsi con mosche morte.

Protagonisti della cultura popolare umana da centinaia di anni, da qualche tempo gli zombi si sono affacciati anche sul palcoscenico della natura – o meglio, da qualche tempo abbiamo scoperto che esistono animali zombi. Solitamente è merito di un qualche fungo parassita, che prende possesso del corpo dell'animale e lo costringe ad agire a suo vantaggio: l'abbiamo visto succedere con le formiche, con api e vespe, persino con gli anfibi.

Ora abbiamo un nuovo animale da aggiungere alla collezione: le mosche, per infettare le quali il fungo Entomophthora muscae ha sviluppato una strategia che prevede tra l'altro di convincerle a compiere atti di necrofilia. Tutti i dettagli sono in uno studio (in attesa di revisione) pubblicato su bioRxiv.

Combinazione letale. Di solito, i funghi parassiti usano due strategie diverse per riprodursi. Alcuni "zombificano" i loro ospiti nel modo spiegato sopra, impadronendosi delle terminazioni nervose delle vittime e controllandole così dall'interno. Altri invece emettono sostanze chimiche che, simulando un certo tipo di odore, attirano gli insetti, che entrando a contatto con il fungo vengono ricoperti dalle sue spore, e aiutano quindi a diffonderle.

L'Entomophthora è uno dei pochissimi funghi al mondo a usare entrambe le strategie combinate, e lo fa per attirare uno degli animali più diffusi al mondo, la comunissima mosca domestica. La sua strategia comincia quando riesce a infettare una femmina e piegarla alla sua volontà: a quel punto il fungo la spinge a cercare un punto sopraelevato (per esempio la punta di un ramo o di un filo d'erba), dal quale è più facile diffondere le spore.

L'Entomophthora, però, non si accontenta di usare le femmine zombi come vettore di diffusione. Quando l'animale muore, infatti, il fungo comincia a usare il suo corpo come amplificatore di una serie di segnali chimici, molecole volatili che vengono emesse e che convincono i maschi che quello che hanno di fronte non è un cadavere in decomposizione infettato da un fungo, ma una femmina perfettamente sana.

Invito a cena con cadavere. I poveracci tentano quindi di accoppiarsi con lei: il risultato è che le spore del fungo passano dalla femmina morta al maschio, che a sua volta svilupperà l'infezione. Che, tra l'altro, è particolarmente letale per le mosche, e può portarle alla morte nel giro di poche ore: è il motivo per cui qualche anno fa si è pensato di usare l'Entomophthora come strumento di controllo biologico delle popolazioni di mosche - tentativo andato a vuoto a causa della fragilità del fungo, che ha bisogno di condizioni ambientali molto specifiche per sopravvivere e prosperare zombificando mosche.

16 novembre 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Da Suzy Solidor ad Alice Prin, da Luisa Casati a Dora Maar. Ambizioni, amori, talenti ed eccentricità delle donne che hanno ispirato i più grandi artisti del Novecento (e non solo). E ancora: dalle latrine romane al trono-gabinetto del Re Sole, la storia del bagno e dei nostri bisogni più intimi; i prìncipi secondogeniti che si sono ribellati alle leggi di successione, e ne hanno combinate di tutti i colori.

ABBONATI A 29,90€

Alla scoperta della pelle, l’organo più esteso del corpo che si rinnova in continuazione e definisce il nostro aspetto. E ancora: come funziona il nuovo farmaco per il tumore della mammella; le ultime meravigliose sorprese della Via Lattea; l'addestramento degli equipaggi degli elicotteri di salvataggio; dove sono le riserve maggiori di gas e con quali tecniche si estrae e distribuisce.

ABBONATI A 31,90€
Follow us