Animali

In un lago scozzese trovato un fossile che fa luce sull'origine degli animali

L'eccezionale scoperta in Scozia del fossile di un organismo pluricellulare di un miliardo di anni fa svela dettagli inediti sull'origine della vita sulla Terra.

«L'origine della pluricellularità e la comparsa degli animali sono considerati due degli eventi più importanti della storia della vita sulla Terra. La nostra scoperta getta nuova luce su entrambi». Con queste parole Charles Wellman, ricercatore dell'università di Sheffield, ha annunciato quella che il suo team considera una scoperta eccezionale: un fossile che risale a circa un miliardo di anni fa, lasciato da un minuscolo organismo composto da due cellule diverse - il più antico esempio mai ritrovato di animale pluricellulare, come si legge nello studio pubblicato su Current Biology.

Le fosforiti della Scozia. La straordinaria scoperta è tutta merito del luogo in cui è avvenuta: siamo in Scozia, dalle parti di Loch Torridon, nell'estremo nord delle Highlands. Qui si trova la Diabaig Formation, un deposito di rocce sedimentarie ricco in particolare di fosforite, una roccia nella quale i fossili si preservano alla perfezione, con un dettaglio che arriva fino al livello cellulare.

 È in una di queste fosforiti che il team composto da paleontologi delle università di Sheffield e Boston ha trovato il fossile che è stato battezzato Bicellum brasieri: si tratta di «un organismo primitivo di forma sferica composto da un insieme di cellule che appartengono a due tipi diversi, qualcosa che non era mai stato trovato prima», secondo Wellman.

Alle origini della vita? È importante notare che non stiamo parlando semplicemente di due cellule diverse tra loro: Bicellum era piuttosto composto da molte cellule di due tipologie diverse, e quindi presumibilmente con funzioni differenti.

Secondo gli autori dello studio, il fossile rappresenta il primo passo verso la pluricellularità - o per lo meno il primo passo a noi noto, e del quale abbiamo una testimonianza fossile. Di sicuro il B. brasieri ci dice un'altra cosa interessante sulle origini della vita animale: i nostri antenati potrebbero aver compiuto i primi passi evolutivi non in mare, come abbiamo a lungo creduto, ma nell'acqua dolce di un lago. Gli autori raccontano di aver trovato molti altri microfossili nella zona intorno a Loch Torridon, che aspettano solo di venire studiati.

12 maggio 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us