Animali

Come le formiche invasive danneggiano l'ambiente

Alcune specie invasive di formiche non si limitano a spazzare via le colonie di formiche locali: provocano anche danni al nuovo ambiente, in particolare alle radici delle piante.

Le specie invasive, che si ritrovano in un ecosistema che non è il loro e con la loro presenza causano danni agli abitanti del posto, sono una delle più grosse minacce alla biodiversità mondiale – e non solo. Prendete le formiche: ne esistono specie invasive più o meno in tutto il mondo, e spesso quando colonizzano un nuovo ambiente spazzano via le formiche locali e diventano dominatrici incontrastate della loro nuova casa.

Non solo. I danni che fanno all'ecosistema, però, non si fermano qui: uno studio pubblicato su Journal of Ecology dimostra che alcune specie di formiche hanno un grande impatto anche sulle piante, e in particolare sull'apparato più prezioso che hanno, le radici.

Pat Milligan, biologo dell'università della Florida e primo autore dello studio, ha già pubblicato qualche mese fa uno studio che metteva in guardia contro i danni delle specie invasive di formiche. In particolare di una, la formica dalla testa grossa (Pheidole megacephala), che è considerata una delle specie più invasive del mondo.

reazione a catena. Milligan studia queste formiche in Kenya, dove ha potuto constatare più volte che il loro arrivo causa innanzi tutto la sparizione di tutte le altre formiche dell'area, e anche di molte altre specie di insetti; e che i grandi erbivori, in particolare gli elefanti, approfittano dell'improvvisa assenza di queste specie (che sono tossiche per loro e "proteggono" quindi le piante dove fanno i nidi) per fare scorpacciata di foglie, danneggiando a volte irrimediabilmente le piante, soprattutto quelle di acacia. Nel corso di questi studi, Milligan ha notato anche un altro dettaglio: le formiche dalla testa grossa costruiscono i loro formicai sottoterra, intorno alle radici degli alberi che poi infestano.

Milligan e il suo team hanno quindi condotto una serie di esperimenti, sia sul campo sia in laboratorio, per capire che cosa succeda alle radici di un'acacia colonizzate dalle formiche, e hanno scoperto che la presenza di Pheidole megacephala innanzi tutto fa seccare il suolo, lasciando la pianta in uno stato di perenne stress idrico. Non solo: queste formiche riducono la capacità fotosintetica delle acacie e ne rallentano anche la crescita, soprattutto degli esemplari più giovani. Questo è un grosso problema non solo per gli alberi inizialmente infestati, ma anche per tutti quelli che si trovano in zona: le formiche dalla testa grossa muovono in continuazione le loro colonie, e possono spostarle fino a 50 metri ogni anno, allargando dunque il raggio d'azione dei loro danni.

E altrove? Ancora non sappiamo se Pheidole megacephala si comporti così solo in Kenya o anche in altre parti del mondo, né sappiamo se ci siano altre specie invasive di formiche che causano problemi simili alle radici di altre piante; scoprire che almeno una lo fa, però, è preoccupante, e richiede di approfondire la questione.

22 dicembre 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us