Animali

Formiche con il navigatore

Le formiche del deserto hanno un sistema – come un contapassi – che gli permette di calcolare le distanze e non perdersi.

Formiche con il navigatore
Le formiche del deserto hanno un sistema – come un contapassi – che gli permette di calcolare le distanze e non perdersi.

Una formica del deserto sui trampoli (a destra).
L'esperimento ha permesso di capire che uno speciale
contapassi biologico consente loro di ritrovare con
sicurezza e precisione la strada che le riporterà
al formicaio.

Orientarsi nel bel mezzo del deserto non è affatto semplice, nemmeno se si dispone di bussole e carte geografiche. Alcune specie di formiche hanno però messo a punto uno specialissimo sistema di navigazione che consente loro di ritrovare con facilità la via di casa dopo le scorribande tra la sabbia alla ricerca di cibo.

Boyscout a sei zampe Già da tempo è noto che alcuni di questi insetti sono in grado di utilizzare la posizione del sole come una vera e propria bussola: Harald Wolf e i suoi colleghi dell’Università di Ulm, in Germania, hanno però notato che per poter utilizzare questo sistema di orientamento le formiche devono essere in grado di calcolare le distanze che percorrono.
Per verificare la propria teoria, i ricercatori hanno utilizzato un metodo decisamente cruento: hanno modificato la lunghezza delle zampe degli insetti e hanno poi verificato la loro difficoltà nello stimare la distanza che li separava dal nido.

Esperimento horror
Wolf, dopo aver consentito a un gruppo di formiche del deserto di “imparare” la distanza che separava una fonte di cibo dal nido, ha modificato di un millimetro la lunghezza dei loro arti, o accorciandoli, o allungandoli con del materiale sintetico. Le formiche così modificate sono state poi messe nel luogo dove prima vi era il cibo, ed è stato osservato il loro comportamento: gli animali con le zampe più lunghe percorrevano una distanza del 50% superiore a quella che in origine separava il cibo dal formicaio, prima di tornare indietro e cercare il proprio rifugio. Allo stesso modo, quelle con le zampe più corte iniziavano una disperata ricerca di casa dopo aver percorso solo la metà della distanza originale. Le formiche modificate sono poi state messe in condizioni di imparare nuovamente la distanza cibo-nido su un percorso differente, e senza alcun problema si sono dimostrate in grado di ritrovare la correttamente il proprio rifugio.

Contapassi nervoso
Secondo i ricercatori ciò dimostra che le formiche del deserto sono dotate di una sorta di podometro interno che permette loro tenere conto del numero di passi mossi, e quindi di calcolare la distanza che le separa da casa. Ciò ovviamente non significa che le formiche siano in grado né di contare né di astrarre numeri, ma solo che il loro sistema nervoso è dotato di un contapassi biologico molto efficiente.
Chissà se gli insetti ai quali sono state tagliate le zampe hanno apprezzato questa valorizzazione delle loro capacità…

(Notizia aggiornata al 30 giugno 2006)

30 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us