Animali

Le formiche si possono usare come pesticidi?

Un nuovo studio suggerisce che le formiche possono essere usate come strumento di controllo dei parassiti al posto dei pesticidi. In futuro forse potremo affidarci a questi insetti per proteggere i nostri raccolti.

Avete un giardino, della terra o anche solo qualche vaso in terrazzo? Preparatevi a una notizia che potrebbe sembrarvi controintuitiva: le formiche sulle piante non sono un problema ma un'opportunità. Lo dice uno studio condotto in Brasile e pubblicato su Proceedings of the Royal Society B, che ha analizzato la possibilità di usare le formiche al posto dei pesticidi per tenere sotto controllo afidi e altri parassiti vegetali, e ha scoperto che questo "rimedio naturale" è molto utilizzato in giro per il mondo, e potrebbe diventare una soluzione alternativa e sana anche per i raccolti di grandi dimensioni.

Foglia no, parassita sì. Usare le formiche come pesticidi non è una novità: in Cina, per esempio, i coltivatori di limoni usano da secoli questi insetti come anti-afidi. I ricercatori della Universidade Federal de Uberlândia (Brasile) hanno analizzato tutta la letteratura scientifica sull'argomento e hanno scoperto 52 diverse istanze di formiche pesticide in giro per il mondo, utilizzate su 17 tipi di raccolti diversi.

L'idea è che, se usate sulle piante giuste, le formiche non si interessano alle foglie o ai frutti ma si concentrano solo sui parassiti; in questo modo possono liberare la pianta dall'infestazione senza gli effetti collaterali dei pesticidi, che rischiano di fare danni a noi umani ma anche agli impollinatori della pianta stessa, oltre a inquinare il suolo.

Meglio dei pesticidi. Un'analisi più approfondita di questi metodi ha rivelato ulteriori dettagli. Per esempio, le formiche sono più efficaci sulle piante che crescono in penombra rispetto a quelle che stanno sempre in pieno sole. Al contrario, le piante sulle quali si sviluppa la cosiddetta melata (una secrezione zuccherina emessa da alcuni insetti mangiafoglie) sono quelle dove le formiche perdono più efficacia: invece di liberarsi dei parassiti li "allevano", così da poter poi raccogliere la sostanza della quale vanno ghiotte.

Il particolare più importante, però, è che in molti casi le formiche si sono rivelate non solo efficaci, ma più efficaci dei pesticidi: la sperimentazione per scoprire se davvero possiamo affidarci a questi insetti per proteggere i nostri raccolti potrebbe partire proprio da queste.

4 settembre 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us