Speciale
Domande e Risposte
Animali

Ci sono pesci che sanno fare le addizioni?

Due diverse specie di pesci hanno imparato a fare semplici operazioni matematiche per ottenere una ricompensa. Ma come fanno?

Forse non lo sapete perché l'argomento non è tra i più noti, ma anche i pesci hanno capacità matematiche, e sono in grado di compiere semplici operazioni, se addestrati adeguatamente. La dottoressa Vera Schlossen dell'università di Bonn, in Germania,  studia da anni le capacità matematiche dei pesci, e in passato ha già dimostrato che alcune specie sono capaci di fare semplici disequazioni, e di capire , tra due quantità discrete, quale sia maggiore e quale minore.

La matematica spiegata ai pesci. Ora, in un nuovo esperimento che ha visto coinvolti sia pesci ossei sia cartilaginei, Schlossen ha dimostrato che questi animali sono capaci di svolgere addizioni e sottrazioni, almeno fino a quando i numeri rimangono bassi. I risultati dell'esperimento sono raccontati su Scientific Reports.

L'esperimento in questione ha coinvolto una specie di pesci ossei (Pseudotropheus zebra, un ciclide nativo del lago Malawi che è anche uno dei più richiesti dagli acquariofili dl tutto il mondo) e una di pesci cartilaginei (Potamotrygon motoro, il trigone pavone, una razza di acqua dolce molto diffusa in tutto il continente americano), per un totale di 16 "alunni".

far di conto. L'esperimento è stato diviso in due fasi. Nella prima, i pesci sono stati messi di fronte a due porte marcate con segni colorati (per esempio cinque triangoli su una porta e tre sull'altra); dietro una porta si trovava del cibo, dietro l'altra nulla. Nel giro di pochi tentativi, i pesci hanno imparato quale porta convenisse loro aprire studiando le marcature, e dimostrando quindi di essere in grado di distinguere tra, per esempio, tre e cinque.

La seconda parte dell'esperimento era invece un'interrogazione e non prevedeva la presenza di porte, ma di proiezioni sulla parete dell'acquario: un certo numero di segni, e uno tra due colori. Dopodiché al pesce veniva chiesto di scegliere tra altre due proiezioni: la prima fungeva quindi da "domanda", e scegliendo la risposta giusta gli animali avrebbero ottenuto del cibo.

Come facevano a scegliere la risposta giusta? Con i colori: i segni proiettati in blu significavano "addizione", quelli in giallo "sottrazione". Questo significa che, di fronte a una proiezione che mostrava tre segni gialli, il pesce avrebbe dovuto successivamente scegliere quella con due segni gialli, mentre quattro segni blu l'avrebbero dovuto condurre verso i cinque segni blu.

Blu è più, giallo è meno. Ebbene, sia i trigoni sia i ciclidi hanno imparato, e hanno risposto correttamente nel 94 e 78% dei casi (per le addizioni) e nell'89 e 69% dei casi (per le sottrazioni, che a quanto pare sono più difficili per i pesci). Vale la pena segnalare che l'esperimento ha coperto un range numerico che andava da un minimo di 1 a un massimo di 5 segni: non sappiamo come i pesci si comportino di fronte a numeri più alti.

Le variazioni individuali nelle risposte non hanno sorpreso Schlossen, che ha spiegato che anche i pesci hanno una loro personalità e i loro talenti innati, ed è normale che alcuni siano più bravi in matematica. Ora l'obiettivo è metterli alla prova con compiti sempre più difficili, e scoprire fin dove si spingono le loro capacità numeriche.

14 aprile 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us