Animali

Elefanti subacquei

La struttura particolare dei polmoni degli elefanti permette ai grossi pachidermi di rimanere alcuni metri sott'acqua senza gravi conseguenze per la circolazione del sangue. Forse perché i loro...

Elefanti subacquei
La struttura particolare dei polmoni degli elefanti permette ai grossi pachidermi di rimanere alcuni metri sott'acqua senza gravi conseguenze per la circolazione del sangue. Forse perché i loro antenati erano marini?

Un elefante attraversa un lago. Senza problemi per i polmoni.
Un elefante attraversa un lago. Senza problemi per i polmoni.

La maggior parte degli animali terrestri non può immergersi troppo a fondo senza che i vasi sanguigni intorno ai polmoni siano rotti dalla forte pressione. Non è così per gli elefanti, che possono attraversare fiumi e laghi respirando soltanto con la proboscide sollevata sopra l’acqua anche di due metri. La ragione di questo fatto sta nella peculiare anatomia dei polmoni elefantini; infatti lo spazio tra polmoni e le ossa del petto è riempito non da delicate pleure irrorate di sangue (come nell’uomo e in altri animali), ma da robusto tessuto connettivo che sopporta la pressione. I vasi sanguigni che circondano i polmoni possono quindi sopportare la grande pressione circostante senza collassare e rompersi.
Antenati marini. Qual è la ragione di questa peculiare struttura? Molti evoluzionisti pensano che gli antenati degli elefanti siano stati animali acquatici (come gli attuali dugonghi, che sono in effetti parenti degli elefanti), e abbiano avuto bisogno di questo adattamento per sopravvivere. Quando si trasformarono in animali terrestri, gli elefanti mantennero le strutture che proteggono i polmoni dal soffocamento.

(Notizia aggiornata al 10 settembre 2002)

5 settembre 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us