Animali

L'eccezionale fossile di una tartaruga di mare giurassica vissuta 150 milioni di fa

L'esemplare conservato in Germania è il primo fossile di tartaruga marina con tutte le zampe attaccate: non erano, però, adatte alla vita di mare. 

L'Europa, 150 milioni di anni fa, era in gran parte sommersa dalle acque dell'Oceano Tetide, e non è quindi difficile trovare fossili di animali marini in zone che oggi si trovano sulla terra ferma. Una delle regioni più famose da questo punto di vista, e importanti per la paleontologia, si trova in Baviera, ed è nota come calcare di Solnhofen: qui è stato ritrovato per esempio il primo fossile di Archaeopteryx, ma anche un'enorme quantità di pesci e rettili marini che testimoniano come, durante il Giurassico, l'area fosse un arcipelago affacciato sulla Tetide. E proprio da questi calcari arriva la tartaruga di mare che viene descritta in questo studio pubblicato su PLOS One: si tratta di un fossile eccezionale, che conserva ancora il guscio, il cranio, la coda e tutte e quattro le zampe dell'animale.

Il tesoro di Solnhofen. La tartaruga di mare appartiene alla specie Solnhofia parsonsi, scoperta per la prima volta nel 1975 dal paleontologo Eugene Gaffney, il massimo esperto mondiale sulla storia evolutiva delle tartarughe. L'esemplare analizzato nello studio, però, è stato scoperto nel 2014, e da allora conservato nella collezione del Dinosaurier Museum Altmühltal di Denkdendorf, un parco/museo nello Stato del Baden-Württemberg. La tartaruga è stata recuperata dalla collezione e studiata solo negli ultimi anni: il giacimento specifico dove è stata scoperta è noto da meno di vent'anni, e ha già restituito una grande quantità di fossili che richiederanno anni per venire preparati e descritti. Certo, guardando il fossile di Solnhofia parsonsi viene da chiedersi come mai non fosse più in alto nella lista delle priorità, visto che si tratta di un esemplare conservato alla perfezione.

Altro che alto mare. Con l'eccezione della terza dimensione, ovviamente: la tartaruga di mare è stata schiacciata dal sedimento nella quale si è fossilizzata, e il risultato è una "frittella" vista dall'alto. La sua (e nostra) fortuna è che il processo di fossilizzazione non le ha fatto altri danni, e l'esemplare conserva ancora tutte le sue caratteristiche anatomiche: è il primo fossile della sua specie con ancora tutte e quattro le zampe attaccate. Questa sua condizione ci permette tra l'altro di farci un'idea più precisa su come vivesse l'animale: aveva la testa molto grossa (lunga il 40% del suo carapace) e soprattutto zampe non adatte alla vita in mare aperto. Quest'ultimo dettaglio smentisce quello che pensavamo di Solnhofia parsonsi: viveva in acque costiere poco profonde, nuotando nei pressi della costa.

24 agosto 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us