Animali

E il premio per l'animale più brutto del mondo va a...

... al pesce blob, un'orrenda creatura dal corpo gelatinoso. È lui la nuova mascotte della Ugly Animal Preservation Society, l'associazione per la difesa dei diritti della fauna inguardabile.

Non tutti gli animali a rischio estinzione possono essere teneri e fotogenici come i panda. Alcuni, come quello che vedete, sono francamente bruttini, ma non per questo meno meritevoli di attenzioni. Per fortuna a difendere i meno graziati da Madre Natura c'è la Ugly Animal Preservation Society (UAPS), una associazione nata quasi per gioco che, tramite show televisivi che coinvolgono comici e scienziati britannici, vuole promuovere programmi di conservazione anche per gli animali meno esteticamente dotati.

Uno degli ultimi spettacoli ha decretato tramite il voto degli spettatori, la nuova mascotte della società: il vincitore è questo "pesce blob" (Psychrolutes marcidus), una creatura che vive al largo delle coste dell'Australia sudorientale e della Tasmania, a profondità comprese tra i 600 e i 1200 metri.

L'animale dal corpo gelatinoso di densità leggermente superiore a quella dell'acqua (caratteristica che gli permette di galleggiare sul fondale senza muoversi troppo) ha conquistato i voti di 10 mila spettatori superando senza fatica i comunque dotati avversari: l'axolotl, una specie di salamandra che nella vita non supera mai lo stato larvale (e che a nostro avviso è anche carina), la nasica, una scimmia dal naso pendulo e lungo fino a 17 centimetri (guarda), e la rana del Lago Titicaca, soprannominata "rana scroto" per le pieghe - non proprio graziose - della sua pelle, attraverso le quali l'anfibio, dalle ridotte capacità polmonari, riesce a respirare.

Tutte queste specie rischiano di scomparire, se non verranno presto finanziati programmi di tutela specifici: «Il nostro tradizionale approccio alla conservazione è egoistico» spiega Simon Watt, presidente dell'associazione e presentatore dello show «rischiamo di proteggere solo gli animali che ci ispirano tenerezza, come i panda. Non ho nulla contro i panda, ma hanno già i loro supporter. Queste specie, invece, hanno bisogno del nostro aiuto».

Il concorso di "bruttezza" è servito, spiegano gli scienziati, anche a sottolineare un lato più leggero e scherzoso delle attività di tutela animale, che altrimenti si ridurrebbero ogni giorno alla stessa frustrante domanda: "Allora, chi è scomparso oggi?".

16 settembre 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us