Animali

Doppio veleno per gli scorpioni

Una tecnica raffinata per non sprecare troppo il prezioso veleno dello scorpione.

Doppio veleno per gli scorpioni
Una tecnica raffinata per non sprecare troppo il prezioso veleno dello scorpione.

Un esemplare di Parabuthus transvaalicus, lo scorpione dalla doppia arma.© Proceedings of the National Academy of Sciences
Un esemplare di Parabuthus transvaalicus, lo scorpione dalla doppia arma.
© Proceedings of the National Academy of Sciences

Alcune specie di scorpioni hanno sviluppato due tipi di veleno da usare in circostanze differenti. La specie studiata dai ricercatori dell'università di California a Davis è Parabuthus transvaalicus, uno scorpione africano che può uccidere bambini e persone anziane e l'articolo è statopubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. Dopo aver provocato l'emissione di veleno dallo scorpione, i ricercatori si sono accorti che le prime goccioline che escono dall'aculeo dell'animale sono diverse dalle successive. Studiando i due tipi di veleni, gli scienziati si sono accorti che sono completamente diversi. Le prime goccioline si sono poi rivelate povere di proteine ma dotate di un'altissima concentrazione di potassio, che ha un'azione dolorifica molto potente ma è meno velenoso del veleno vero e proprio. Questo è emesso solo quando la preda è molto grossa, si agita troppo o la provocazione da parte di un nemico continua.
Il veleno che viene emesso dopo è composto per la maggior parte da proteine e peptidi, che per lo scorpione sono energeticamente “pesanti” da sintetizzare. Per questo il primo attacco è compiuto con un composto molto doloroso ma poco velenoso. Il preveleno serve infatti per piccole prede o nel caso di disturbo momentaneo. Quando lo scorpione fa sul serio e ha bisogno veramente di uccidere, emette il veleno vero e proprio. Questa scoperta potrebbe portare a rivalutare anche altri animali velenosi, come api e vespe, che potrebbero produrre anch'essi due veleni diversi.

(Notizia aggiornata al 29 gennaio 2003)

24 gennaio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us