Focus

Cosa fare se incontrate un orso

Ecco alcuni consigli e informazioni della provincia autonoma di Trento, integrati dalla redazione di Focus.it. Bastano poche semplici norme per ridurre al minimo gli improbabili rischi di aggressione.

orso-adulto
Un orso (qui un marsicano) non è quasi mai un pericolo. Basta farsi riconoscere | Piero Papa

La vicenda dell'orsa Daniza (qui potete leggere come la pensiamo) ha riaperto il dibattito sulla convivenza con gli animali selvatici. Ecco alcune regole su cosa fare (e cosa non fare) quando ci si imbatte con un orso (e in genere un animale potenzialemtne pericoloso).

 

  • Non seguite mai le tracce dell' orso: rispettate il suo bisogno di tranquillità.
  • Se avvistate da lontano un orso, godetevi la scena: non tentate mai di avvicinarlo.
  • Vicino alle baite, custodite gli avanzi dei pasti in modo che l' orso non possa raggiungerli.
  • Quando attraversate boschi dove è segnalata la presenza di un orso, fate un po' di rumore. L'orso ha sensi molto sviluppati: fugge la presenza dell'uomo non appena l'avverte.
  • Se l’orso si alza in piedi e annusa è solo per identificare meglio ciò che lo circonda, non è un segno di aggressività!
  • Se incontrate dei cuccioli, allontanatevi con cautela, ritornando sui vostri passi.
  • Se lo incontrate a breve distanza, stare calmi e non allarmare l’orso gridando o facendo movimenti bruschi.
  • Se opportuno, tornate indietro lentamente, non correte. La corsa può indurre un inseguimento, come succede spesso con i cani.
  • Lasciate sempre all'orso una via di fuga.
  •  

    CuriOrsando
    VAI ALLA GALLERY (N foto)

     

    20 agosto 2014 | Marco Ferrari