Animali

Che cosa fare quando si trova un cane o un gatto abbandonato

A chi non è capitato di imbattersi in un cane o un gatto senza casa? Cosa fare quando si trova un animale che ha bisogno di aiuto? E cosa non fare...

A chi non è capitato di imbattersi in un cane o in un gatto senza casa? Non è certo difficile: ce ne sono a milioni. Sarebbero oltre 2.600.000 i gatti e 150.000 i cani (Ministero della Salute, 2008) senza casa. Se per i gatti non si parla di problema sociale - se non nelle campagne, in quanto predatori di piccoli animali d'allevamento - per i cani il discorso è differente perché possono inselvatichirsi e diventare un pericolo per l'uomo, come purtroppo ci ricorda periodicamente la cronaca. In più, dove abbondano terreni abbandonati dall'agricoltura e dalla pastorizia, possono anche mettere a repentaglio la sopravvivenza dei lupi (vedi L'esercito degli infidi). Fuori dalle grandi città è dunque abbastanza facile incontrarli: come dobbiamo comportarci? Come intervenire se appaiono feriti o malati? Che cosa fare sul ciglio della strada o - peggio! - dell'autostrada?

Se l'animale si trova in pericolo o rappresenta un pericolo, la prima cosa da fare è chiamare le forze dell'ordine (vigili, polizia, carabinieri, a seconda di dove ci si trova). Se invece si può gestire la situazione si può portare l'animale dal veterinario, soprattutto se è ferito.

SE TROVI UN CANE

# Avvicinati all'animale con calma. Non camminare in maniera diretta verso di lui: il cane potrebbe interpretare questo gesto come una minaccia, spaventarsi e scappare o diventare aggressivo. Stai accucciato e presta attenzione ai suoi segnali: denti scoperti, ringhi, pelo irto devono metterti in guardia. Nei casi più difficili, se il cane è molto impaurito e diffidente, è meglio non avvicinarsi e far intervenire gli esperti del canile, della ASL o di una delle tante associazioni di tutela degli animali presenti in tutta Italia. Se invece si lascia avvicinare puoi rifocillarlo con un poco di acqua e di cibo. Il cibo, spesso, è anche un ottimo modo per fare "amicizia" e per far capire all'animale che non vogliamo fargli del male.

# Poi chiama la Polizia Locale, oppure il servizio veterinario dell'ASL, o l'Ente Protezione Animali (Enpa) o una delle associazioni di volontari che si occupano di animali abbandonati e informali del ritrovamento. Una volta che l'avranno recuperato, il cane sarà portato nel canile e rimarrà in osservazione per circa 10 giorni. Al termine dei quali, se non verrà trovato il legittimo proprietario, sarà disponibile per l'adozione.

# Controlla che non abbia il tatuaggio, guardando nell'interno coscia o all'interno del padiglione auricolare (spesso è difficile da vedere a causa del pelo, quindi meglio lasciar fare al veterinario).

# Vuoi portarlo temporaneamente a casa? Prima di tutto è bene farlo controllare dal veterinario, anche se appare in buona salute. Il veterinario, oltre a visitarlo e ad accertarsi che l'animale non sia malato o che non abbia parassiti, può verificare anche la presenza del tatuaggio o del microchip di identificazione (con un apposito lettore) ed eventualmente risalire al proprietario, oppure ti darà tutte le informazioni necessarie per la sua cura.

# Se è visibilmente ferito, magari a causa di un incidente, non somministrargli alcun farmaco (i farmaci che vanno bene per noi, non sempre vanno bene per gli animali) né cibo né acqua, e portalo subito dal veterinario. Per evitare di peggiorare eventuali traumi o fratture appoggialo su qualcosa di rigido che faccia la funzione di una barella.

# Se si tratta di un gatto che si è perso o è stato abbandonato ed è abituato al contatto con l'uomo non dovresti avere grandi difficoltà ad avvicinarlo. Se proprio è timido prova a offrirgli un po' di cibo. Se invece si tratta di un gatto randagio oppure di un gatto molto spaventato, riuscire a prenderlo potrebbe essere molto difficile. In questo caso è meglio rivolgersi a una delle numerose associazioni per la tutela degli animali (vedi riquadro), che hanno le competenze e le attrezzature necessarie per recuperarlo senza eccessivi traumi.

# Quando l'avrai avvicinato, puoi chiamare un'associazione di volontariato che si occuperà di lui; oppure portarlo dal veterinario, che controllerà il suo stato di salute e ti darà le indicazioni su come occuparti di lui.

I numeri

L'abbandono riguarda qualcosa come 100.000 cani e 50.000 gatti l'anno. Il fenomeno raggiunge il suo apice nei mesi di giugno, luglio e agosto: 60 mila abbandoni in tre mesi, ovvero 20 mila al mese, 700 al giorno, 30 ogni ora, 1 ogni due minuti.

# Mentre i cani, per Legge, hanno un proprietario individuabile (o dovrebbero averlo, visto che l'obbligo di registrazione), per i gatti non c'è ancora un'anagrafe e quindi, anche se si è perso - e non è stato abbandonato - è quasi impossibile risalire al suo proprietario. Prova a mettere dei cartelli in giro nella zona dove lo hai ritrovato o senti il veterinario di zona.

# Se decidi di portalo a casa, prima di farlo entrare in contatto con altri animali che puoi avere in casa, consulta il veterinario. Si accerterà che non abbia malattie trasmissibili e ti consiglierà sul modo migliore per inserirlo evitando traumi a lui e agli altri animali di casa.

Carcere per chi abbandona

L'abbandono degli animali è un reato penale punibile con l'arresto fino a un anno di carcere e una multa fino a 10.000 euro. Se l'animale abbandonato provoca un incidente, il proprietario ne è responsabile e può essere chiamato a rispondere anche di omicidio colposo. Secondo le statistiche negli ultimi 10 anni gli incidenti gravi provocati da animali smarriti, abbandonati o randagi sono stati 45.000, con 4.000 feriti e 200 morti. Se si è testimoni di un abbandono è opportuno prendere qualunque riferimento utile all'identificazione del colpevole (per esempio il numero di targa) e fare denuncia.

SE TROVI UN CUCCIOLO

# I cuccioli di cane e di gatto sono molto più delicati degli adulti e qualunque segno di malessere, come vomito o diarrea, deve mettere in allarme. Ma anche se non hanno sintomi evidenti, i cuccioli possono essere affetti da qualche malattia. Quindi se ne trovi uno e decidi di adottarlo la prima cosa da fare è portarlo dal veterinario, che nel caso di un cane controllerà anche se c'è un padrone.

# Non farlo entrare subito in contatto con gli altri animali di casa, neanche temporaneamente: il piccolo potrebbe infatti essere portatore di parassiti o di malattie pericolose anche per un animale adulto.

# Evita anche di fargli il bagno: meglio portarlo prima da un veterinario, che ti darà i consigli migliori per accudirlo.

1 marzo 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Qual è la "retta via" indicata dal Corano e dalla Sunna? Come si riflette la Sharìa – la legge divina islamica - sulla vita delle persone e sugli equilibri fra mondo musulmano e occidente? Viaggio nel fondamentalismo religioso, islamico e non solo, per capire cosa succede quando la parola di Dio viene presa alla lettera, non tiene conto dei cambiamenti storici e sociali e si insinua nella politica.

ABBONATI A 29,90€

Come sarà la città del domani? Pulita, tecnologica, intelligente, come quella in costruzione vicino a Tokyo. E in giro per il mondo ci sono altri 38 progetti futuristici che avranno emissioni quasi azzerate nel nome della salute e dell’ambiente. Inoltre, le missioni per scoprire Venere; come agisce la droga dello stupro sul cervello; il paradosso del metano, pericoloso gas serra ma anche combustibile utile per la transizione energetica.

ABBONATI A 29,90€
Follow us