Comedy Wildlife Photography Awards: i vincitori

Se non siete tipi da foto "posate", questa gallery fa al caso vostro: scatti dal tempismo perfetto che catturano momenti di vita animale dai risvolti comici e sorprendenti.

Alcune foto di natura selvaggia mostrano gli animali in tutta la loro possente e maestosa bellezza. È così per la maggior parte degli scatti che partecipano a concorsi di foto-giornalismo. I Comedy Wildlife Photography Awards si concentrano invece sui momenti di vita animale dai risvolti più curiosi e divertenti: scatti che ritraggono la vita naturale nelle sue sfumature più ironiche, buffe... normali e non celebrative. Il vincitore per il 2015, scelto tra oltre 1500 candidati, è l'austriaco Julian Rad, con questo scatto di un criceto dalle guance colme di provviste immortalato a mezz'aria, mentre tenta di compiere un balzo atletico.

Regola essenziale della competizione è che tutti gli scatti devono essere eseguiti in natura e devono ritrarre animali liberi. Vietate le foto di esemplari in cattività residenti in zoo o altri "recinti". Anche perché non ci sarebbe molto da ridere.

Il ballo del sifaka in Madagascar. Un incrocio tra "La febbre del sabato sera" e una sessione di yoga. La curiosa andatura a dondolii e balzelli di questo lemure è in realtà un modo per non perdere l'equilibrio quando l'animale scende dagli alberi, e si avventura sulla terraferma. Le zampe anteriori vengono usate come bilancieri, per non cadere. Le più belle foto di lemuri

"Che avete da guardare? C'ero quasi!": del resto non ci si può aspettare che un gorilla di montagna, quando serve, utilizzi un fazzoletto di carta... Dita nel naso: un vizio comune a molti primati

Il balzo (fin troppo) acrobatico di un ghepardo.

Molte specie di uccelli (come ombrette, sgarze, guardabuoi) utilizzano il dorso dell'ippopotamo - ricco di fango e piccoli insetti, come riserva di cibo e luogo per stazionare. Ma in questo caso gli inquilini sembrano aver esagerato: il mammifero sembra a dir poco stressato!

Questo uccello che dispiega le ali ha ricordato al fotografo inglese Charlie Davidson, autore dello scatto, un aereo in assetto da atterraggio, con il carrello abbassato e i flap abbassati.

Vicini va bene, ma forse così è un po' troppo. La tana sovraffollata di una famiglia di gufi.

"Ero sicuro di ricordarmelo... ma dove diamine ho nascosto quelle ghiande"?

La giusta ricompensa per uno scatto non gradito.

Cornuto e temporaneamente accecato. Le più ingombranti corna animali

Più tenero, che comico: l'abbraccio tra due primati.

L'aria di montagna rende lo spirito più leggero.

Un incrocio tra uno scoiattolo e un supereroe.

Giochi di sovrapposizioni: prima...

... e seconda serie.

Uno scoiattolo curioso (e vorace) per nulla intimidito dalla presenza del fotografo.

A tutti può capitare di svegliarsi con una capigliatura difficile da domare.

Un esemplare di alce americano dall'espressione divertita.

Alcune foto di natura selvaggia mostrano gli animali in tutta la loro possente e maestosa bellezza. È così per la maggior parte degli scatti che partecipano a concorsi di foto-giornalismo. I Comedy Wildlife Photography Awards si concentrano invece sui momenti di vita animale dai risvolti più curiosi e divertenti: scatti che ritraggono la vita naturale nelle sue sfumature più ironiche, buffe... normali e non celebrative. Il vincitore per il 2015, scelto tra oltre 1500 candidati, è l'austriaco Julian Rad, con questo scatto di un criceto dalle guance colme di provviste immortalato a mezz'aria, mentre tenta di compiere un balzo atletico.