Animali

Come vivevano i babbuini sacri nell’antico Egitto?

L’esame dei resti mummificati di alcuni babbuini sacri ci hanno svelato le dure condizioni di vita di questi animali nell’antico Egitto.

Mummie di gatti, cani, serpenti, coccodrilli, falchi, ibis e numerosi altri animali sono tra i reperti archeologici più comuni dell'antico Egitto. Per oltre mille anni, dal IX secolo a.C. al IV secolo d.C., erano infatti molte le specie sacre agli egizi e per questo mummificate a scopo religioso. A destare da tempo la curiosità degli storici e degli archeologi è stata la presenza di numerosi resti mummificati di babbuini, che non essendo autoctoni, dovevano essere trasportati da altri Paesi e poi mantenuti in cattività. Uno studio pubblicato sulla rivista Plos One ha gettato una nuova luce proprio sulle loro condizioni di vita, rimaste sconosciute fino a oggi.

Due specie di babbuini. Con l'aiuto di diverse tecniche scientifiche, come la datazione al radiocarbonio e l'analisi del DNA, un team internazionale di ricercatori ha esaminato le ossa di oltre 36 babbuini mummificati vissuti tra il IX e il VI secolo a.C. e ritrovati all'inizio del Novecento in una necropoli di animali sacri a Gabbanat el-Qurud, conosciuta per tale motivo come "la valle delle scimmie", nel sud dell'Egitto. Questi esemplari discendevano probabilmente da due specie diverse: l'anubi (detto anche babbuino verde, Papio anubis) proveniente dall'odierno Sudan, e l'amadriade (Papio hamadryas), originario del Corno d'Africa. 

Animali Sacri ma Maltrattati. Delle mummie studiate, solo quattro presentavano scheletri sani, mentre tutte le altre mostravano deformazioni degli arti sintomatici di patologie come il rachitismo, causate da estrema carenza di vitamina D. Secondo gli studiosi, questo indizio indicherebbe che in vita i babbuini venivano rinchiusi in ambienti scuri, privi di luce solare. Per approfondire il campo di ricerca, lo studio ha poi confrontato le ossa delle mummie di Gabbanat el-Qurud con quelle trovate altrove in Egitto. A differenza delle prime, queste ultime avevano valori normali di vitamina D (suggerendo dunque che gli esemplari fossero vissuti all'esterno) ma in compenso presentavano segni di fratture (guarite), circostanza che indica come fossero legati e talvolta picchiati, malgrado la loro sacralità.

Difficile allevamento. Venerati come rappresentazioni di Thoth, il dio della luna e della saggezza, nonché consigliere del dio del sole Ra, i babbuini erano tenuti in gran conto dagli egizi, ma prendersene cura doveva essere un compito arduo. Stando ai ricercatori, la loro natura selvatica e spesso aggressiva, implicava la necessità di rinchiuderli in edifici o recinti con muri alti per impedire loro di scappare. Non bastasse, non essendo autoctoni, dovevano essere importati e tenuti in cattività, con grave deterioramento delle loro condizioni di salute.

Sul tema c'è però ancora molto da scoprire e ulteriori dettagli potrebbero venir fuori esaminando i denti degli animali (in grado di rivelare informazioni sulla loro dieta) o utilizzando il DNA estratto dalle ossa per determinare se fossero stati catturati in natura o allevati in cattività.

31 dicembre 2023 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us