Animali

Come possiamo risolvere gli ingorghi nel traffico? Imparando dalle formiche

Anche le formiche hanno problemi di traffico: ora abbiamo scoperto come fanno a risolverli e (chissà!) magari potremmo prendere esempio da questi insetti.

Chiunque viva in (o nei pressi di) una grande città è molto probabilmente familiare con l'espressione "traffico in tangenziale", per non parlare delle altrettanto note "code in autostrada". Gli ingorghi sono un grosso problema per gli esseri umani, e in particolare per chi si occupa di urbanistica e dovrebbe inventare metodi per evitarli. Una mano potrebbe arrivarci dalle formiche: un nuovo studio (pubblicato per ora solo in versione preprint su bioRxiv, e in attesa di peer review) ha analizzato il comportamento di questi insetti quando devono spostarsi in massa, con il rischio di causare rallentamenti e ingorghi, per scoprire quali metodi usano per prevenirli.

Senza regina. L'esperimento ha coinvolto 12 colonie di Diacamma indicum, la "formica indiana senza regina" secondo la traduzione del suo nome inglese: in questa specie, e in molte altre della sua sottofamiglia, le Ponerinae, la regina è appunto assente, e il suo ruolo svolto da normali coppie di operaie che si riproducono. Le formiche sono state rinchiuse in un'"arena" semi-sommersa, e costruita apposta per mettere alla prova la loro capacità di districarsi nel traffico: a un lato si trovava il loro nido, al lato opposto un altro nido vuoto e pronto a essere colonizzato, e in mezzo un ponte per collegarli – largo abbastanza per far passare cinque formiche fianco a fianco, ma con una strettoia proprio in mezzo che costringeva gli insetti alla fila indiana. Dopodiché, le colonie sono state "invitate" a traslocare, in una situazione scomoda ma che riflette il loro ambiente naturale: si tratta di formiche che vivono in regioni monsoniche, e spesso sono costrette a sfruttare tronchi caduti e altri ponti naturali per attraversare un'area sommersa.

Circolare, circolare… Nel corso dei 24 traslochi (ogni colonia è stata spinta a spostarsi due volte), i ricercatori hanno osservato un totale di 56 ingorghi stradali, causati nella maggior parte dei casi (59%) dalle formiche "leader": in questa specie, sono gli esemplari che per primi scoprono la nuova colonia, e per tutto il trasloco fanno quindi avanti e indietro dalle due location per insegnare alle altre la strada. Altre cause di ingorghi sono le formiche trasportatrici (che portano sulle spalle altri esemplari, e occupano quindi più spazio) e, nel 14% dei casi, esemplari che si sono persi durante il tragitto. Di questi 56 ingorghi, 52 sono stati risolti senza troppa fatica: in certi casi, i leader "di ritorno" hanno preso il posto di altri leader che erano ancora durante il viaggio di andata, consentendo a questi ultimi di tornare al nido e raccogliere nuove formiche da guidare; in altri, invece, i leader si sono occupati di recuperare gli esemplari che si erano persi per rimetterli sulla retta via, "sciogliendo" il nodo di traffico.

In attesa della peer review, lo studio è un ritratto affascinante del rapporto tra formiche e traffico, ma potrebbe anche fornirci spunti interessanti per i nostri problemi di ingorghi.

22 settembre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us