Animali

Come capire e cosa fare se anche il tuo cane sta morendo di caldo?

A soffrire per le temperature eccezionali di quest'estate non siamo solo noi ma anche gli animali domestici. Ecco come evitare al nostro cane un colpo di calore.

State morendo di caldo? Forse allora è il caso di chiedere anche al vostro cane come sta. Molto probabilmente, sta peggio di voi. A differenza dell'uomo, infatti, i cani sudano soltanto dai cuscinetti plantari dei piedi. C'è chi dice, per semplificare, che i cani "sudano" dalla lingua: non è proprio corretto, ma è vero che la respirazione affannosa, a bocca aperta e con la lingua fuori serve ai cani per eliminare il calore dal corpo. Si tratta comunque di un sistema meno efficiente del nostro, ed ecco perché i cani - soprattutto i brachicefali, cioè quelli con il muso schiacciato -  soffrono il caldo molto di più di quanto possiamo immaginare, rischiando colpi di calore. Come farli stare bene, allora, anche in quest'estate dal caldo record?

Un caldo cane. I segnali che ci indicano quando il cane sta soffrendo sono piuttosto evidenti, ma meglio ripeterli: mangia poco e dorme molto; non riesce a correre, giocare, tenere in bocca una palla o un giocattolo; ansima costantemente; sembra letargico e riluttante a fare le sue passeggiate; una volta a casa, cerca subito acqua nella ciotola e si sdraia sul pavimento per rinfrescarsi. Capita anche che non riesca nemmeno a bere perché ansima allo stesso tempo, e può avere schiuma in bocca perché non riesce a deglutire facilmente.

Va da sé che, proprio come noi, anche i nostri amici pelosi, nelle ore più calde della giornata, starebbero meglio in casa, dove sicuramente l'aria condizionata o i ventilatori danno tregua. Ma si sa, i cani devono uscire: per muoversi, per socializzare, per giocare e, ovviamente, per fare loro bisogni.

Fuori con Acqua e ciotola. Quindi? Tanto per cominciare sarebbe meglio evitare di farli correre e giocare quando fa molto caldo. I veterinari consigliano di portarli fuori al mattino presto e poi a fine giornata, quando la temperatura esterna è leggermente scesa e, soprattutto, farli camminare in luoghi ombreggiati e freschi, evitando il più possibile strade e marciapiedi bollenti. Inoltre, mai uscire per una passeggiata senza una bottiglietta d'acqua e una piccola ciotola per farlo bere spesso (per non dimenticarle, mettetele all'ingresso vicino al guinzaglio).

L'auto: un forno mortale. Più preoccupante è il cosiddetto colpo di calore, quello che d'estate uccide i cani abbandonati nelle automobili: l'abitacolo si trasforma in un forno mortale in pochi minuti, anche se i finestrini sono abbassati.

Casi estremi a parte, il colpo di calore può colpire i cani anche in situazioni non così a rischio, ed è bene sapere che può verificarsi e degenerare rapidamente. Che il cane stia molto male si capisce facilmente: non si regge sulle zampe, fatica a respirare, ha occhi sporgenti, la lingua si allunga, spesso di colore rosso scuro. Il colpo di calore, quindi, può anche farlo collassare, causando convulsioni, e vomito e/o diarrea.  

Sos colpo di calore. Come soccorrere il cane dopo un colpo di calore? Fondamentale è rinfrescare il suo corpo ma non raffreddarlo eccessivamente. Evitare quindi l'uso di ghiaccio o di acqua molto fredda: può provocare uno shock per mancanza di afflusso di sangue agli organi vitali. È importante, invece, rinfrescarlo - soprattutto il collo e l'addome  - con asciugamani imbevuti d'acqua a temperatura ambiente. Soprattutto, è necessario farlo visitare al più presto da un veterinario per fargli avere un trattamento e un monitoraggio più mirati. 

17 luglio 2022 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us