Animali

Chi uccide gli avvoltoi?

Un farmaco per curare il bestiame è il killer degli avvoltoi di India e Pakistan.

Chi uccide gli avvoltoi?
Un farmaco per curare il bestiame è il killer degli avvoltoi di India e Pakistan.

Un avvoltoio del Bengala (Gyps bengalensis) trovato morto su un albero. La moria di questi volatili è dovuta all'avvelenamento da farmaci, contenute nelle carogne di cui si cibano.Foto: © Munir Virani/The Peregrine Fund.
Un avvoltoio del Bengala (Gyps bengalensis) trovato morto su un albero. La moria di questi volatili è dovuta all'avvelenamento da farmaci, contenute nelle carogne di cui si cibano.
Foto: © Munir Virani/The Peregrine Fund.

Da almeno dieci anni gli avvoltoi del Bengala ((Gyps bengalensis), una presenza costante nei cieli dell'India e del Pakistan, stanno andando incontro a una terribile epidemia che ne decima il numero. In alcuni luoghi almeno il 95 per cento della popolazione è scomparsa, a causa di disturbi ai reni e ai visceri. La malattia colpisce anche altre due specie, l'avvoltoio indiano e il Gyps tenurostris.
Alla ricerca del killer. Si è dapprima pensato a un virus, ma ora sembra che sia stato trovato il colpevole. Sarebbe, secondo un articolo pubblicato sulla rivista Nature, del Diclofenac, un farmaco antinfiammatorio poco costoso che viene utilizzato dagli allevatori per curare il bestiame. Che poi, quando muore, rimane spesso nei campi e viene mangiato dagli avvoltoi, che funzionano così da perfetti "spazzini".
La ricerca è stata condotta da un gruppo di lavoro organizzato da un'importante associazione conservazionista statunitense, il Peregrine fund (che si occupa di protezione dei rapaci) utilizzando però personale e ricercatori locali. Non sarà facile, secondo gli autori del lavoro, riuscire a risolvere il problema, che colpisce anche alcune popolazioni umane, come i Parsi, che affidano agli avvoltoi la sorte dei corpi dei loro defunti.

(Notizia aggiornata il 10 febbraio 2004)

5 febbraio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us