Animali

Chernobyl: le raganelle diventate nere per proteggersi dalle radiazioni

L'incidente di Chernobyl ha esposto le raganelle della zona ad alti tassi di radioattività, e gli anfibi hanno risposto cambiando colore.

L'evoluzione è un processo lungo anche milioni di anni, ma in casi estremi può venire accelerata dalla necessità: accadde per esempio con le falene di Londra, che diventarono scure per adeguarsi allo smog della Rivoluzione industriale. Un caso simile, secondo uno studio pubblicato su Evolutionary Applications, è avvenuto negli ultimi decenni a Chernobyl: nei dintorni della centrale nucleare, in una delle zone del mondo dove la radioattività è più alta, le raganelle hanno cambiato colore, "dismettendo" il loro classico verde in favore di un più protettivo nero.

A sinistra, una raganella Hyla orientalis catturata a Chernobyl all'interno della zona ad alta contaminazione; a destra, un esemplare catturato fuori dalla Zona di alienazione attorno a Chernobyl.
A sinistra, una raganella Hyla orientalis proveniente dall'interno della zona ad alta contaminazione a Chernobyl; a destra, un esemplare catturato fuori dalla zona di alienazione attorno a Chernobyl. © Germán Orizaola/Pablo Burraco, CC BY

Verdi o nere? Dopo l'incidente al reattore 4 della centrale di Chernobyl, datato 1986, l'area circostante è diventata inabitabile per noi umani. Non per altri animali, però: passati i primi mesi dall'incidente, la regione di Chernobyl ha cominciato a ripopolarsi, e oggi è la casa di molte specie (anche protette: orsi, lupi, linci…), e una delle aree naturalistiche più ricche d'Europa. Tra i suoi abitanti c'è anche una specie di raganella, Hyla orientalis, che normalmente è di colore verde brillante.

Nel 2016 i due autori dello studio, Pablo Burraco e Germán Orizaola dell'Università di Uppsala (Svezia), hanno però osservato una stranezza mentre visitavano l'area: alcuni esemplari di raganella di colore nero. La scoperta li ha immediatamente interessati, perché il nero è prodotto dalla melanina, la quale è in grado di fare da schermo protettivo non solo contro le radiazioni ultraviolette, ma anche contro le radiazioni ionizzanti che sono presenti in grande quantità a Chernobyl in conseguenza dell'incidente della centrale.

Rapida evoluzione. È possibile quindi che le raganelle di Chernobyl abbiano cambiato colore per proteggersi dalla radioattività dell'area? Il team ha condotto uno studio durato tre anni nel quale ha confrontato la colorazione delle raganelle che vivono intorno alla centrale dismessa con quella delle loro conspecifiche che abitano in altre zone dell'Ucraina.

Il risultato di questa indagine, che ha coinvolto più di 200 raganelle catturate in 12 diversi stagni, conferma il sospetto iniziale: le raganelle che sono nate più vicine alle radiazioni sono nere, quelle che non ne sono state colpite sono rimaste verdi. Non solo: il legame tra radioattività e colore non dipende dai livelli attuali della prima, ma da quelli degli anni immediatamente successivi agli incidenti. Le raganelle nere odierne, quindi, stanno solo beneficiando dell'accelerata evolutiva fatta dai loro predecessori, sottoposti a una pressione fortissima che ha selezionato il nero come colore perfetto per sopravvivere nella zona contaminata.

11 ottobre 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us