Che c'è da guardare?

Una mamma di orso bruno (Ursus arctos) e i suoi tre cuccioli sembrano osservare l’obiettivo del fotografo. Una volta cresciuti, i piccoli raggiungeranno la lunghezza di 2-3 metri e il peso di...

min_115600-_orso
Che c'è da guardare?
Una mamma di orso bruno (Ursus arctos) e i suoi tre cuccioli sembrano osservare l’obiettivo del fotografo. Una volta cresciuti, i piccoli raggiungeranno la lunghezza di 2-3 metri e il peso di quasi 800 chilogrammi. Tutto grazie a una dieta quasi completamente vegetariana. Gli orsi bruni, infatti, si cibano di carne soltanto in caso di necessita. Ma non disdegnano il pesce: sono infatti ottimi “pescatori” di salmone.
Il loro futuro è ben più roseo dei loro cugini che vivono in Cina e Vietnam. In questi Paesi gli orsi bruni vengono imprigionati nelle cosiddette “fattorie della bile” dove vengono tenuti in gabbie strettissime, con una cannuccia infilata nella pancia, che serve per prelevare appunto la bile che viene utilizzata per produrre shampoo o per ricavarne farmaci “tradizionali” che dovrebbero avere proprietà miracolose.
25 Settembre 2006 | Anita Rubini