Animali

Perché muoiono così tante balene grigie nel Pacifico?

È dal 2019 che nelle acque del Pacifico la balena grigia muore a ritmi innaturali: un fenomeno che si ripete con inquietante regolarità. Forse ora abbiamo capito perché.

Nel giugno del 2019, le autorità locali degli Stati di Washington, Oregon, California e Alaska lanciarono un allarme: era in corso una morìa di balena grigia, con quasi 100 esemplari spiaggiatisi morti lungo la West Coast. Da allora il fenomeno si ripete con inquietante regolarità: negli ultimi quattro anni sono morte centinaia di balene grigie, e tornando indietro al 2016 si scopre che da allora il numero di esemplari di questa specie è sceso da 27.000 ai 14.500 di quest'anno. Le cause di questa strage finora erano rimaste un mistero, ma oggi uno studio pubblicato su Science le rivela. Indovinate un po'? C'entrano i cambiamenti climatici.

 

Troppo poco cibo. Nello specifico, c'entra lo scioglimento dei ghiacci artici, e il modo in cui stanno mandando in tilt l'intera rete trofica della balena grigia. La parte sommersa del ghiaccio marino, infatti, è il luogo di coltura perfetto per le alghe. Le quali a loro volta sono il cibo prediletto degli anfipodi, piccoli crostacei dei quali la balena grigia si nutre in grandi quantità: le energie le servono per compiere la sua migrazione annuale, che con i suoi circa 20.000 km è la più lunga in assoluto compiuta da un mammifero. Se hanno meno cibo per sostentarsi durante il viaggio, le balene grigie arrivano a destinazione indebolite, oppure muoiono durante il tragitto.

 

Sempre peggio? Il primo autore dello studio sostiene comunque che la situazione non sia ancora abbastanza grave da mettere la balena grigia a rischio di estinzione; quel che è certo è che la sua popolazione si sta riducendo sempre di più, e anche se dovesse sopravvivere a questa ondata di morti (che non è la prima registrata, ma è quella che sta durando più a lungo) ne uscirebbe comunque numericamente indebolita. Questo dando per scontato che la situazione generale non peggiori troppo rapidamente: più i ghiacci si sciolgono, peggio si mettono le cose per la balena grigia.

30 ottobre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us