Animali

I cani hanno coscienza di sé, anche se non si riconoscono allo specchio

A differenza di altri animali, i cani non sono in grado di riconoscersi allo specchio. Ma, a modo loro, hanno coscienza di sé e del loro corpo.

Non tutti gli animali, nemmeno alcuni tra quelli che consideriamo molto intelligenti, sono in grado di riconoscersi allo specchio, una capacità che è ritenuta fondamentale lungo la strada della piena coscienza di sé. Ci riescono molti primati, alcuni uccelli, forse i cavalli, gli elefanti e alcuni mammiferi marini come orche e delfini, mentre non è capace di farlo l'animale con il quale passiamo più tempo e che siamo più facilmente portati a vedere come "uno di noi", cioè il cane.

A modo loro. Questo non significa che i cani siano completamente privi della capacità di auto-rappresentazione: un nuovo studio pubblicato su Scientific Reports dimostra che i cani sono in grado di identificare il proprio corpo come un ostacolo, e di agire di conseguenza – e che quindi hanno una qualche forma di coscienza di sé, anche se diversa dalla nostra.

Per mettere alla prova questa capacità dei cani di interpretare il proprio corpo, i ricercatori dell'università di Budapest hanno sottoposto alcuni esemplari a un esperimento solitamente condotto sugli esseri umani, e che di recente è stato testato anche sui cuccioli di elefante. La versione umana dell'esperimento prevede che un bambino venga messo a sedere su un lenzuolo o su un tappetino, e poi gli venga chiesto di passare il lenzuolo stesso all'adulto che ha di fronte; per riuscirci, dovrà capire che il proprio corpo è di ostacolo, e quindi alzarsi o spostarsi prima di compiere il gesto.

Test modificato. I bambini ci riescono, i cuccioli di elefante anche; e i cani? Per l'occasione, l'esperimento è stato lievemente modificato: gli scienziati hanno attaccato una palla al lenzuolo, per rendere più semplice per il cane capire la richiesta.

Nello studio si legge che i cani hanno capito l'ordine fin dai primissimi tentativi, e si sono sempre alzati dal lenzuolo prima di passarlo all'umano; nei casi di controllo, nei quali la palla era semplicemente appoggiata per terra, i cani l'hanno passata ignorando il tappeto. I risultati positivi del test rendono i cani l'unica specie che è riuscita a passarlo pur fallendo l'altro importantissimo esperimento sulla coscienza di sé, il già citato "riconoscersi allo specchio".

A ognuno il suo. Secondo i ricercatori questo indica che la capacità di riconoscersi e "leggere" il proprio corpo in relazione al resto del mondo non è monolitica, ma è composta da una serie di funzioni cognitive collegate tra loro, alcune delle quali potrebbero essersi evolute diversamente (o non essersi neanche evolute) in specie diverse e con esigenze ecologiche diverse.

2 marzo 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us