Cani e gatti hanno il senso del tempo?

E soffrono se li lasciamo troppo soli? Ecco che cosa dicono gli ultimi studi di etologia sui nostri amici a quattro zampe.

Clara Palestrini, etologa specializzata in cani e gatti, ci racconta come i nostri amici a quattro zampe vedono lo scorrere del tempo. Per esempio i cani, dopo poche ore di assenza del capobranco (noi) iniziano a soffrire, ma una volta superate le 4 ore tendono ad abituarsi alla solitudine, una condizione che mal sopportano. I gatti, più autonomi ma dalla personalità più variegata, sono animali più abitudinari: soffrono se lo schema degli eventi quotidiani esce dai binari consueti.

 

Palestrini, nell'intervista registrata dopo il suo intervento a Focus Live, ha anche spiegato perché i cani hanno un senso dell'olfatto molto sviluppato e come questo può essere utilizzato persino per "fiutare" alcune forme di tumori e le crisi epilettiche (per non parlare della malaria).

 

Intervista di Elisabetta Intini

 

 

09 Novembre 2018