Si resta o si va? I licaoni votano starnutendo

I branchi di cani selvatici africani decidono a maggioranza quando partire per una battuta di caccia: quando un numero sufficiente di esemplari starnutisce, è il momento di andare.

shutterstock_685430821
Etciù! E caccia sia!

C'è chi vota per alzata di mano e chi a suon di... starnuti. I branchi di licaoni africani (Lycaon pictus), canidi selvatici dalla dieta ipercarnivora, prendono le decisioni di gruppo in modo democratico, per di più manifestando la propria opinione rumorosamente. Quando un buon numero di esemplari nel gruppo starnutisce, significa che è ora di interrompere il riposo e andare a caccia, come dimostra uno studio pubblicato su Proceedings of the Royal Society B.

 

Un gruppo di biologi del Centre for Ecosystem Science (Università del New South Wales, Australia), si è accorto della singolare forma di raggiungimento del quorum mentre studiava i raduni che i canidi affrontano per farsi forza a vicenda prima di andare a caccia di prede. Poco prima di queste cerimonie, il tasso di starnuti tra i licaoni subisce un'impennata.

 

Se lo dice il capo... Finora si pensava che gli starnuti servissero semplicemente a liberare le vie aeree degli animali, ma studiando il comportamento più da vicino, gli scienziati hanno scoperto che la ragione è più interessante: maggiore è il numero di starnuti, più alta la probabilità che il branco parta per la caccia. Se i licaoni dominanti starnutiscono, allora occorre soltanto un numero contenuto di altri starnuti perché si vada. Se il maschio alpha non si esprime, invece, serve un consenso più ampio, a dimostrazione che, volendo, ci si può opporre alle decisioni del capo.

 

Niente da temere. Le osservazioni sono state effettuate su 68 raduni sociali di 5 branchi di licaoni nel Delta del fiume Okavango, in Botswana. Gli starnuti sono simili ai segnali di allarme lanciati da altri canidi, ma nel caso delle "votazioni", gli esemplari sembravano rilassati, e anche gli altri animali non sono parsi spaventati.

Altre forme di votazione democratica sono state documentate tra suricati, api, gorilla di montagna e cebi cappuccini. Tuttavia, gli starnuti potrebbero anche essere una risposta fisiologica a una decisione già presa in altro modo: la rapida esalazione d'aria è un modo per preparare le narici ad annusare più finemente e a respirare meglio durante l'inseguimento della preda.

 

10 Settembre 2017 | Elisabetta Intini