Animali

L’invasione di pesci fluorescenti in Brasile

I GloFish, pesci zebra geneticamente modificati, stanno diventando un pericolo per gli ecosistemi fluviali della Foresta atlantica brasialiana.

Sul finire degli anni Novanta, a Singapore, un gruppo di scienziati creò in laboratorio un nuovo tipo di pesce. O meglio: presero i pesci zebra (Danio rerio), comunissimi ciprinidi d'acquario nativi dell'Asia, e li modificarono geneticamente di modo da renderli fluorescenti. L'idea era quella di creare degli animali-sentinella, nei quali la fluorescenza si attivasse solo in presenza di sostanze tossiche nell'acqua.

modificati per brillare. Ma i GloFish, così vennero chiamati (da glow, brillare, e fish), erano anche molto spettacolari da vedere, e divennero così un prodotto commerciale, uno dei più ricercati dagli acquaristi di tutto il mondo – in particolare i principianti, visto che i ciprinidi sono particolarmente resistenti. E proprio questa loro resistenza è uno dei motivi per cui, 20 anni dopo, i pesci fluorescenti sono diventati un pericolo per gli ecosistemi fluviali del Brasile, come rivela uno studio pubblicato su Studies on Neotropical Fauna and Environment.

Esistono GloFish di tutti i colori, o quasi, che hanno nomi altisonanti e spettacolari quanto il loro aspetto: Electric Green (verde elettrico), Starfire Red (rosso fuoco stellare), Galactic Purple (viola galattico); e siccome sono facili da allevare e si vendono come il pane, gli allevamenti di ciprinidi fluorescenti sono diffusi un po' in tutto il mondo. E come succede sempre quando si introduce una specie aliena in un altro luogo, alcuni esemplari sono riusciti a scappare dalle loro vasche e a disperdersi nell'ambiente: è quello che è successo nella Foresta Atlantica, nel sud-est del Brasile, uno dei luoghi più ricchi di biodiversità del mondo.

I pesci zebra fuggitivi. Secondo André Magalhães, primo autore dello studio che ha scoperto i fuggitivi, questi pesci zebra sono fuggiti da un allevamento nella regione di Muriaé, nello stato di Minas Gerais: nell'area ci sono qualcosa come 4.500 pozze d'acqua di varie dimensioni, tutte collegate alla rete di fiumi e torrenti che scorrono nella foresta, e tutte invase dai GloFish.

La presenza dei GloFish è ovviamente un problema, come ogni volta che una specie aliena invade un'area non sua. E i pesci fluorescenti sono particolarmente dannosi per la fauna locale. Innanzi tutto, anche loro si devono nutrire: il loro cibo preferito sono invertebrati di tutte le dimensioni, e siccome si tratta di pesci voraci la loro presenza rischia di lasciare a bocca asciutta la fauna locale.

fauna fluviale a rischio. Inoltre, i GloFish da allevamento dovrebbero essere sterili per definizione, ma il team che ha studiato le popolazioni brasiliane ha scoperto almeno due popolazioni diverse che non hanno questo problema: non solo si riproducono regolarmente una volta al mese, ma raggiungono la maturità sessuale molto presto, e possono quindi produrre più prole nel corso della loro vita. Ci si potrebbe chiedere se il fatto di essere fluorescenti non sia un problema per loro, un modo per attirare i predatori; la risposta è che, almeno nelle aree studiate, i pesci zebra non hanno predatori, e possono riprodursi indiscriminatamente. Il rischio che dal Minas Gerais si diffondano nel resto del Paese è dunque altissimo, e le conseguenze di un'invasione su questa scala imprevedibili.

26 febbraio 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us