Animali

In Belgio si consumano carni di animali africani protetti

Ora ci sono le prove: tra le bancarelle dei mercati all'aperto di Bruxelles vendono illegalmente carne di diverse specie di animali africani protetti.

La carne di diverse specie di animali africani protetti finisce regolarmente sulle bancarelle dei mercati all'aperto di Bruxelles, tra i banchi di frutta e verdura e quelli di vestiti e merceria: è un fatto che in Belgio è noto da anni tra chi si occupa di conservazione, ma che finora era sostenuto solo da informazioni aneddotiche e racconti orali di chi frequenta quei mercati.

mercato illegale. Ora per la prima volta abbiamo dei dati tangibili a sostegno di questo commercio illegale: un nuovo studio pubblicato su Biodiversity and Conservation riporta i risultati di una "caccia alla carne illegale" condotta da un team guidato da Sophie Gombeer, del Royal Belgian Institute of Natural Sciences, che ha svelato la presenza di almeno tre diverse specie africane protette tra i tagli di carne in vendita in diversi mercati della capitale, Bruxelles.

Specie protette. Il team dei ricercatori ha fatto la spesa, tra il 2017 e il 2018, in cinque diversi mercati di Bruxelles, nei quali hanno comprato svariati pezzi di carne venduti come bushmeat, un termine-ombrello che si usa in Africa per indicare la carne di quegli animali selvatici che vengono cacciati per essere mangiati da noi umani.

Prezzati a circa 40 euro al chilo e disponibili solo su richiesta, i tagli sono stati acquistati e portati in laboratorio per analizzarne il DNA; in questo modo, Gombeer ha fatto risalire la provenienza della carne ad almeno tre diverse specie protette dal CITES: il cercopiteco nasobianco del Congo, il cercopiteco di Brazzà e una specie di piccola antilope chiamata cefalofo azzurro. Forse è superfluo dirlo, ma importare la carne di questi animali in Europa è illegale.

Dieta quotidiana. La conferma che diversi mercati di Bruxelles vendono carne di animali africani importata illegalmente è solo parte dello studio: il team ha infatti provato a capire i motivi di questo florido commercio e, per farlo, ha intervistato 16 persone immigrate in Belgio negli ultimi 10 anni da sette diversi Paesi africani.

I ricercatori hanno scoperto che di queste 16 persone, 15 fanno regolarmente uso di bushmeat acquistata nei mercati locali: un modo, secondo loro, per mantenere vivi i legami con il Paese d'origine. Per quanto siano protette, infatti, queste specie sono parte della dieta quotidiana di molte popolazioni africane, soprattutto quelle che non hanno modo di accedere ad altri tipi di carne (per esempio quella d'allevamento). Secondo l'autrice dello studio è importante che queste pratiche non vengano replicate in Belgio e nel resto d'Europa, dove la carne di ogni tipo è ampiamente disponibile e l'acquisto di tagli esotici è un vezzo, non una necessità.

11 dicembre 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us