Animali

Australia: l'ornitorinco verso l'estinzione

A rischio di estinzione: tra incendi, invadenza umana e scarsità d'acqua, per l'ornitorinco, che vive solo in Australia, è sempre più difficile sopravvivere.

Non sono solo koala e canguri ad aver sofferto per gli incendi divampati in Australia, ma anche un altro animale endemico della parte orientale del continente: l'ornitorinco (Ornithorhynchus anatinus), piccolo mammifero semi-acquatico dal becco d'anatra. Secondo una ricerca pubblicata su Biological Conservation, condotta dal Centre for Ecosystem Science della UNSW di Sidney (Australia), la siccità dell'ultimo periodo avrebbe peggiorato la già delicata situazione di questo curioso animale, sommandosi a una serie di fattori che ne minacciano l'esistenza, tra cui la scarsità d'acqua (per via della costruzione di nuove dighe nel suo areale), la deforestazione e il cambiamento climatico.

Un quadro poco roseo. Lo studio stima che a causa del cambiamento climatico il numero di ornitorinchi potrebbe ridursi addirittura del 73% nei prossimi cinquant'anni. Le stime sarebbero ancora più pessimistiche dato l'aumento dei periodi di siccità, sempre più lunghi e frequenti: «Il rischio è che questi disastri ambientali aggravino l'estinzione a livello locale, impedendo la ripopolazione della specie in diverse aree», spiega Gilad Bino, ricercatore a capo dello studio.

Parola d'ordine: agire. Come spesso accade, alla razza umana spetta una buona fetta della colpa: «Le dighe impediscono agli ornitorinchi di nuotare liberi nei fiumi, le coltivazioni agricole distruggono le loro tane e le attrezzature da pesca rischiano di farli annegare», spiega Richard Kingsford, uno degli autori dello studio. Secondo Brendan Wintle, professore all'università di Melbourne che ha partecipato alla ricerca, è di fondamentale importanza non restare a guardare, ma agire per fermare ciò che minaccia la sicurezza della specie, «prendendo come esempio l'attuale situazione dei koala, che dimostra cosa accade quando i segnali d'allarme vengono ignorati».

15 febbraio 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us