Focus

Arriva un predatore? Fate la ola!

Ogni tanto i cani della prateria si alzano su due zampe, sollevano gli arti anteriori ed emettere un verso, un atteggiamento che ricorda la ola da stadio e che rapidamente contagia tutto il resto del gruppo. Un nuovo studio chiarisce a cosa serve: a controllare che tutti stiano facendo attenzione all'ambiente circostante e all'eventuale arrivo di predatori.

sn-prairiedogs
|

Guardando i cani della prateria dalla coda nera (Cynomys ludovicianus) muoversi inarcando la schiena e sollevando le zampe anteriori all'ingresso delle loro tane, sembra proprio che cerchino di imitare i tifosi in uno stadio. Forse è anche per questo che gli studiosi si sono incuriositi. Di certo il loro comportamento non è di alcuna utilità, soprattutto se in quel momento non sta giocando la propria squadra del cuore.

Sotto osservazione
Dopo aver passato mesi osservando sedici gruppi diversi di cani della prateria, gli scenziati dell'Università di Manitoba a Winnipeg in Canada, sono riusciti a trovare una ragione per questo strano comportamento. Quando uno di questi piccolli roditori si cimenta nella ola, si mette poi alla ricerca di cibo.

 

I cani della prateria in foto
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Siete attenti?
Gli studiosi hanno così dedotto che con ogni probabilità lo strano ballo sia un modo per mettere alla prova il resto dei componenti della colonia. Una sorta di test per capire quanto gli altri membri del gruppo siano attenti e all'erta sulla possibile apparizione di indesiderati predatori.
Se la reazione degli altri è positiva, cioè se dimostrano di aver notato la ola del compagno, per il "ballerino" significa che è il momento di nutrirsi senza preoccuparsi troppo di eventuali pericoli: c'è chi fa la guardia per lui.

Teoria della mente
Questo ha portato i ricercatori a credere che anche il cane della prateria, come altri animali, sia in grado di comprendere, sia pur in maniera rudimentale, lo stato mentale dei membri del proprio gruppo e che il saperlo riconoscere sia fondamentale per la propria sopravvivenza.

Il video della Ola

 


9 gennaio 2014 | Giorgio Baratto

Sai riconoscere il
 

 

VERSO

 


di questi  ANIMALI?