Animali

Api più indaffarate del solito? Pioverà presto

Gli insetti sembrano accorgersi del brutto tempo imminente e prolungare, di conseguenza, l'orario di lavoro. Una scoperta che potrebbe aiutare a capire come questi insetti reagiscono al clima che cambia.

C'è chi quando cambia il tempo avverte dolori alle ossa e chi, prima di un temporale, aumenta la produttività: come le api, che sembrano accorgersi della pioggia imminente e intensificare le loro attività di foraggiamento prima che sia troppo tardi.

Orario lavorativo. L'intuizione arriva da Xu-Jiang He e dai colleghi della Jiangxi Agricultural University di Nanchang, China, che hanno monitorato con piccole etichette elettroniche di identificazione a radiofrequenza 300 api bottinatrici di tre diversi alveari. Per 34 giorni i tag hanno registrato, come i badge di un'azienda, i tempi di uscita e di ingresso degli insetti dall'alveare.

Non c'è tempo da perdere. Nei giorni precedenti l'arrivo della pioggia, le api hanno passato più tempo fuori dal loro nido, rientrando più tardi a casa e lavorando più a lungo, probabilmente in risposta a segnali come i cambi di umidità, temperatura e pressione barometrica che precedono il brutto tempo.

Possibili interferenze. La scoperta è per certi versi sorprendente, perché le api sono insetti previdenti, che allestiscono scorte sul lungo periodo e non hanno bisogno di affannarsi per cercare cibo prima di un giorno di pioggia. Secondo alcuni entomologi, nello studio potrebbero aver influito anche altri fattori, come la fioritura concomitante di certi fiori.

Un meteo sempre più pazzo. Ma se confermato, lo studio potrebbe fornire nuovi tasselli sul comportamento alimentare delle api - i più importanti insetti impollinatori - anche in relazione ai cambiamenti climatici.

1 febbraio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us