Animali

Gli uccelli più grandi di sempre volavano in Antartide

Nei cieli dell'Antartide, 50 milioni di anni fa, volavano i più grandi uccelli mai vissuti sulla Terra, con un'apertura alare di oltre 6 metri.

Gli uccelli più grandi del mondo sono gli albatri: il genere Diomedea comprende due specie (l'albatro urlatore e quello reale) la cui apertura alare può raggiungere e superare i tre metri. Un'estensione impressionante, che però impallidisce di fronte a quelli che sono stati, per milioni di anni, gli uccelli più grandi che abbiano mai solcato i cieli del nostro pianeta, i pelagornitidi. Estinti 2,5 milioni di anni fa, avevano un'apertura alare che poteva arrivare a sei metri, sono i protagonisti di uno studio pubblicato su Scientific Reports che descrive una serie di fossili di questi uccelli ritrovati in Antartide, e che sono i più grossi (e tra i più antichi) mai scoperti finora.

Gli uccelli dai denti ossei. Il nome scientifico della famiglia, Pelagornithidae, è legato al fatto che si trattava di uccelli marini, mentre in inglese sono noti come "uccelli con i denti ossei", in riferimento alle strutture di osso (non veri denti, dunque) che ne adornavano il becco. Parenti dei moderni pellicani, sappiamo che hanno vissuto sulla Terra più o meno da quando i dinosauri si sono estinti; i fossili più antichi ritrovati finora, però, appartenevano a esemplari di piccole dimensioni. Peter Kloess, primo autore dello studio, ha scoperto i nuovi fossili non durante una spedizione di scavo, ma curiosando nel museo della sua università (Berkeley, California), dove ha trovato e riesaminato resti scoperti in Antartide negli anni Ottanta.

50 milioni di anni di dominio. Kloess ha appurato che i fossili in questione risalgono a 50 milioni di anni fa, (relativamente) poco dopo l'estinzione dei dinosauri, e appartengono ad animali con un'apertura alare di almeno sei metri. Questo significa che i pelagornitidi raggiunsero dimensioni ragguardevoli in brevissimo tempo, approfittando della scomparsa dei dinosauri e della liberazione di una grande quantità di nicchie ecologiche. Per quasi 50 milioni di anni questi uccelli giganteschi dominarono gli oceani del pianeta, compresi quelli intorno all'Antartide quando era una distesa verde. L'arrivo dell'era glaciale e l'abbassamento delle temperature globali contribuirono, circa 2,5 milioni di anni fa, alla loro estinzione: il loro posto venne preso dai teratorniti, scomparsi circa 10.000 anni fa, parenti degli attuali avvoltoi.

8 novembre 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us