Animali

Alcuni spermatozoi dei ratti hanno i superpoteri

Alcuni spermatozoi dei ratti sono "armati" e perfino in grado di avvelenare i rivali durante la corsa all'uovo. Riuscendo così a fecondarlo per primi. 

Quando pensiamo all'accoppiamento, e in particolare all'atto della fertilizzazione, ci piace immaginarci una folle corsa di migliaia di spermatozoi che fanno a gara a chi arriva per primo all'uovo: una corsa caotica nella quale tutti partono alla pari e vince chi è più fortunato. La realtà della competizione spermatica potrebbe però essere un po' diversa. Non sappiamo se lo sia per noi esseri umani, ma sicuramente lo è per i topi. Lo sostiene un nuovo studio del Max Planck Institute pubblicato su PLoS Genetics, nel quale si legge che, nei topi, alcuni spermatozoi sono più attrezzati di altri per fecondare un uovo, e addirittura arrivano a sabotare i rivali avvelenandoli pur di arrivare primi.

I superpoteri dello sperma. Secondo lo studio, alcuni (non tutti) spermatozoi dei topi contengono nel loro DNA una sequenza, chiamata t-aplotipo, che dona loro una serie di "superpoteri" che li avvantaggiano nella corsa all'uovo. Innanzitutto, gli spermatozoi con il t-aplotipo si muovono più velocemente, e arrivano quindi prima al traguardo. In più, il team ha scoperto un collegamento tra il t-aplotipo e la produzione di una molecola chiamata RAC1: quando è presente nelle giuste concentrazioni aiuta lo spermatozoo a muoversi velocemente, mentre un'abbondanza o carenza di questa molecola rallenta la cellula e rappresenta uno svantaggio.

Gli spermatozoi con il t-aplotipo hanno anche un'altra caratteristica che conferisce loro un vantaggio notevole nella grande corsa all'uovo: sono in grado di avvelenare i loro rivali. Il loro DNA contiene infatti alcune varianti genetiche che producono sostanze in grado di "sabotare" uno spermatozoo, mandando in confusione i suoi recettori chimici; non solo: gli spermatozoi con il t-aplotipo producono anche un antidoto contro queste sostanze che è efficace solo su di loro, mentre non produce effetti negli spermatozoi senza t-aplotipo.

rivalità. C'è un "però": nei topi, il t-aplotipo compare in una specifica coppia di cromosomi, la 17, e di solito solo in uno dei due cromosomi della coppia. Lo studio rivela che un topo con il t-aplotipo su entrambi i cromosomi 17 produce solo spermatozoi "super", che causano una produzione eccessiva di RAC1: il risultato è che gli spermatozoi sono quasi immobili, e l'animale è sterile. Per funzionare al meglio, dunque, il supersperma ha bisogno di un rivale "normale".

22 febbraio 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us