Animali

Abbiamo scoperto degli squali che fanno un pisolino sotto i coralli

Non tutti gli squali devono restare sempre in movimento: alcuni squali nel reef delle Seychelles schiacciano brevi pisolini nascosti sotto i coralli.

Gli squali sono tra gli animali più amati e affascinanti del Pianeta, e per questo motivo anche chi non si occupa di scienza conosce molti particolari della loro vita: per esempio, è cosa nota che non dormono, o meglio che hanno bisogno di restare sempre in movimento per "pompare" acqua nelle branchie e ricavarne l'ossigeno, e anche quando riposano non possono stare fermi. Vale per molte specie di squali, e pensavamo che valesse anche per lo squalo grigio del reef, diffuso negli oceani Indiano e Pacifico e purtroppo considerato a rischio estinzione. I ricercatori della Save Our Seas Foundation, fondata in Svizzera nel 2003 e che si occupa di protezione degli oceani, hanno però avuto una sorpresa durante una serie di immersioni di routine nella barriera corallina delle Seychelles: hanno infatti scoperto alcuni squali del reef che schiacciavano brevi pisolini, comodamente nascosti sotto i coralli. L'osservazione è stata documentata in uno studio pubblicato sul Journal of Fish Biology.

Pisolini sotto i coralli. Gli squali grigi del reef erano finora considerati tra le specie (la maggioranza tra gli squali) che respirano usando la cosiddetta ram ventilation: nuotano con la bocca aperta per far scorrere l'acqua direttamente sulle branchie, per poter così intercettare l'ossigeno che gli serve per respirare; di conseguenza, devono stare sempre in movimento, pena lo stop del flusso d'acqua. Ci sono però altri metodi di respirazione, e a quanto pare gli squali grigi del reef ne usano uno in particolare, la "pompa boccale", che prevede di aspirare l'aria con la bocca e usare i muscoli delle guance per spingerla attraverso le branchie. I ricercatori della SOSF l'hanno potuto osservare in prima persona: occasionalmente, questi squali si piazzano sotto i coralli e stanno immobili, muovendo solo lievemente la bocca per generare il flusso d'acqua necessario.

 

Dormitorio a rischio. Un'altra cosa che i ricercatori hanno potuto osservare è che, quando schiacciano questi pisolini, gli squali non si dispongono in una direzione particolare: c'è chi si rivolge a est, chi a ovest, e così via. Questo conferma che non sfruttano le correnti oceaniche per far passare l'acqua sulle branchie, ma la spostano attivamente usando i muscoli della bocca. Stiamo comunque parlando di pisolini, non di sonno profondo: la pompa boccale, secondo gli autori dello studio, può sostenere questi squali quando sono immobili per 40 minuti circa, dopodiché l'animale ha bisogno di tornare a muoversi per respirare più profondamente. Ora che abbiamo scoperto che gli squali grigi del reef dormono, comunque, il prossimo passaggio sarà capire quanto sono importanti questi sonnellini ristoratori – anche perché il loro dormitorio, cioè il reef, è uno degli ambienti più a rischio del Pianeta.

22 dicembre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us