Animali

Come si accoppiano i tardigradi? I maschi cercano le femmine usando l'olfatto

Finalmente l'abbiamo capito: le femmine di tardigradi attirano i maschi usando un segnale chimico che funziona bene solo in acqua.

I tardigradi sono tutti uguali. Non nel senso che hanno piccole differenze che non sono visibili a noi umani, ma che non possiedono tratti secondari visibili che possano distinguere i due sessi, a parte il fatto che i maschi sono lievemente più grandi delle femmine: per questo la scienza si chiede da anni come facciano questi animaletti a trovare la propria partner, e quindi ad accoppiarsi. Uno studio sul Journal of Experimental Biology svela finalmente questo mistero: i maschi dei tardigradi usano l'olfatto per individuare le femmine, facendosi attirare da una qualche sostanza chimica da loro prodotta, e non ancora identificata.

Ma come lo fanno? Il mistero dell'accoppiamento dei tardigradi ci perseguita dal 1895, quando per la prima volta alcuni esemplari vennero osservati "all'opera". Da allora le nostre osservazioni si sono intensificate, prima direttamente, poi, negli ultimi vent'anni, grazie a tecniche di ripresa video sempre più potenti (ed economiche). Due anni fa, per esempio, uscì uno studio che riassumeva tutto quello che era stato scoperto fino a quel momento sull'argomento, e proponeva alcune ipotesi per spiegare i dettagli che ancora non ci erano chiari. Uno su tutti quello che ci interessa in questo pezzo: come fanno i maschi a trovare le femmine e a distinguerle da altri maschi? Gli autori di quello studio proponevano che potesse essere coinvolta la chimica, e la produzione di qualche molecola in grado di attirare e guidare i potenziali partner.

O in acqua o in bianco. Per testare questa ipotesi, il team della University of Jyväskylä, in Finlandia, ha effettuato un doppio semplice esperimento: prima ha messo un maschio in una vasca d'acqua insieme a una femmina e a un altro maschio, poi ha ripetuto l'esperienza piazzando però i tardigradi in un contenitore pieno di agar, un gel spesso usato come addensante alimentare ma anche come base di coltivazioni batteriche. Nel primo caso, il maschio si è diretto con decisione verso la femmina (la quale invece ha ignorato entrambi i suoi compagni di vasca); nel secondo caso, l'individuazione si è rivelata più difficile, ma quando un maschio, vagando, ha incontrato per caso la femmina, non ha più smesso di seguirla. L'esperimento, quindi, dimostra non solo che le femmine di tardigradi attirano i maschi usando un qualche segnale chimico (dobbiamo ancora scoprire quale), ma che con ogni probabilità la tattica funziona bene solo in acqua, ed è quindi in questo mezzo che i tardigradi si ritrovano per l'accoppiamento.

7 dicembre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us