A che cosa servono i ferri di cavallo?

Si mettono a cavalli, asini, muli e a volte anche i buoi, ma che funzione hanno?

h_00392488
Il ferro di cavallo? Ha una funzione protettiva. | Contrasto

I ferri hanno la funzione di difendere l’unghia di cavalli, asini, muli e a volte anche buoi da un eccessivo consumo. Questi animali sono per lo più domestici, non vivono allo stato selvatico e, quasi sempre, sono al servizio degli esseri umani. Essi devono camminare a lungo su strade asfaltate o coperte di pietre, che rovinano gli zoccoli e i piedi. Analoga la situazione dei cavalli da competizione. I ferri, un po’ come le scarpe per gli sportivi, aiutano l’animale in questi compiti faticosi. In compenso, se sono di una misura sbagliata, o non sono messi correttamente, rovinano il piede.

 

Moquette verde. Non si usavano ferri, invece, durante il tradizionale impiego agricolo, che si svolgeva in campagna e quasi sempre con asini e muli che, camminando sul terreno soffice, non avevano bisogno di protezioni. Nel mondo dell’equitazione, tuttavia, è in corso un dibattito sull’effettiva necessità della ferratura dei cavalli, sulla qualità dei ferri, sulla competenza dei maniscalchi e sulla possibilità di lasciare il cavallo sferrato, almeno per alcune attività e su alcuni terreni.

 

28 giugno 2015