Animali

Una nuova specie estinta: il canguro-koala

In Australia, 40 mila anni fa, si estinse una specie marsupiale: un canguro del peso di circa 50 chili che si arrampicava sugli alberi per nutrirsi.

A quasi vent'anni dalla loro scoperta, avvenuta nel 2002, i ricercatori hanno identificato la specie di appartenenza dei resti fossili di due esemplari di canguro, un maschio e una femmina, vissuti in Australia durante il Pleistocene (periodo che va da 2,6 milioni a 12.000 anni fa). Sono due Congruus kitcheneri, marsupiali appartenenti alla famiglia dei macropodidi, che avevano sviluppato caratteristiche fisiche adatte a vivere sia sugli alberi, sia al suolo: un adattamento singolare per dei marsupiali pesanti, che dovevano probabilmente muoversi molto lentamente tra un ramo e l'altro. I dettagli della scoperta sono stati pubblicati su Royal Society Open Science.

Poco agili. I C. kitcheneri, estinti 40.000 anni fa, erano caratterizzati da zampe prensili e lunghi artigli arcuati con i quali riuscivano ad arrampicarsi sulle piante. A differenza dei loro parenti moderni, i canguri arboricoli (che vivono sugli alberi), i C. kitcheneri erano pesanti e poco agili, e avevano arti con muscoli ben sviluppati, adatti a sostenere un corpo massiccio e lungo. Questi animali pesavano infatti circa 50 kg, molto più dei moderni canguri arboricoli, e avevano un lungo collo «con il quale muovevano la testa tra gli alberi alla ricerca di foglie», spiega Natalie Warburton, autrice dello studio. Il C. kitcheneri era dunque una specie semiarboricola, che divideva cioè la sua vita tra alberi e suolo.

Questa specie venne descritta per la prima volta nel 1989, nell'ambito dello studio di alcuni resti fossili: un cranio e dei denti ritrovati in una grotta dell'Australia sudoccidentale. Data la scarsità dei reperti, però, i ricercatori li avevano erroneamente classificati come Wallabia Kitcheneri. Grazie alle nuove analisi effettuate sui due scheletri rinvenuti nel 2002, i ricercatori hanno potuto constatare che i due esemplari avevano caratteristiche diverse dai Wallabia, e hanno perciò ribattezzato la specie Congruus kitcheneri.

21 aprile 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us