Animali

Anche certe anguille hanno problemi con la droga

Gli spettatori di certi festival musicali assumono droghe e fanno la pipì... dove capita: così le anguille che vivono nei paraggi rischiano l'estinzione a causa delle sostanze.

Glastonbury è un piccolo paese di 9.000 abitanti nel Somerset, in Inghilterra. È anche il nome di un festival (che curiosamente si svolge nella vicina Pilton) che dal 1970 porta dalle 200.000 alle 300.000 persone nell'area, e che è ancora oggi uno degli eventi musicali più importanti dell'anno. Come però sappiamo bene anche in Italia, un festival di questo tipo non può essere a impatto zero; non ci si aspettava, però, che uno dei più grossi problemi di inquinamento provocati dal Glastonbury potesse mettere a rischio… le anguille che vivono nei fiumi e torrenti locali, e che si trovano loro malgrado esposte a una grande quantità di tutte quelle sostanze illecite che vengono regolarmente consumate durante l'evento – in particolare cocaina e MDMA. Lo studio che lo dimostra è stato pubblicato su Environmental Research.

Le anguille e la coca. La ricerca è stata condotta dall'università di Bangor, in Galles, nel 2019, durante l'ultima edizione di Glastonbury pre-Covid (il festival è poi andato in pausa per due anni) che ha ospitato più di 200.000 persone. Il team gallese ha prelevato campioni d'acqua dal fiume Whitelake, sia a monte del festival sia a valle, e ne ha confrontato il contenuto, trovando poco sorprendentemente grandi quantità di droghe di ogni genere. Il problema è che nel fiume e nel vicino lago vive una popolazione di anguille europee (Anguilla anguilla), cioè un animale che secondo l'IUCN è in una condizione critica, a un passo dall'estinzione. Esposte alla droga, in particolare alla cocaina, le anguille non ne ricevono gli stessi effetti di noi esseri umani: al contrario, l'ingestione può causare a questi animali danni muscolari e rallentarne la maturazione sessuale, e di conseguenza modificare il loro ciclo vitale.

Droga, ma non solo. Le anguille non sono le uniche vittime dello sverso di sostanze stupefacenti nel fiume. Anche i piccoli crostacei planctonici del genere Daphnia che vivono nelle acque del Whitelake, e che sono un elemento indispensabile della rete trofica, ne vengono danneggiati: in particolare l'MDMA ne inibisce il metabolismo, rallentando tutte le loro funzioni vitali del 50%. Ci si potrebbe chiedere come faccia così tanta droga a finire nel fiume, visto che in teoria dovrebbe venire consumata. La risposta è nelle toilette pubbliche, o meglio nel loro non-uso: il pubblico del festival preferisce urinare in giro, magari direttamente nel fiume, contribuendo in questo modo alla diffusione delle sostanze. Secondo gli autori dello studio, questa scoperta non vale solo per Glastonbury (che peraltro è uno dei festival più green del mondo): ovunque ci sia gente che fa pipì au naturel c'è il rischio di diffusione in natura delle sostanze che ha assunto (droghe, ma anche farmaci).

16 ottobre 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us