Specchio delle mie brame…

Potrebbe sembrare completamente assorto a contemplare la propria immagine riflessa nell'acqua. Invece questo vespertilio di Daubenton (Myotis daubentonii, dal nome del naturalista che per primo...

iber_56943_web
Un vespertilio di Daubenton (Myotis daubentonii) a caccia di insetti.
Potrebbe sembrare completamente assorto a contemplare la propria immagine riflessa nell'acqua. Invece questo vespertilio di Daubenton (Myotis daubentonii, dal nome del naturalista che per primo l'osservò) è tutto concentrato nelle operazioni serali di caccia. All'imbrunire il pipistrello, lungo una cinquantina di centimetri, esce dal suo nascondiglio per portarsi in prossimità dell'acqua. Individuata la preda (mosche, moscerini e falene) grazie a un sistema di ecolocalizzazione , l'afferra con la coda membranosa e i lunghi piedi, e piegandosi la porta alla bocca. Così consuma i suoi spuntini ancora freschissimi, direttamente in volo. Tante altre foto e curiosità sui pipistrelli

[E. I.]
29 Settembre 2010 | Elisabetta Intini