Giù le mani dai gechi

spl_c0088532_web
La mandibola e la lingua di un geco al microscopio elettronico.
Vittime di ignoranza e superstizione, utilizzati nella medicina tradizionale come "rimedio" contro asma, tubercolosi, impotenza, persino cancro e AIDS. Le autorità filippine hanno messo in guardia nei giorni scorsi la popolazione contro l'esportazione illegale di gechi in altri paesi asiatici - come Malesia, Cina e Corea del Sud - dove i loro corpi polverizzati o la loro saliva vengono utilizzati ad uso "curativo" (nella foto, la mandibila e la lingua di un esemplare al microscopio). La consuetudine mette a rischio innanzitutto la salute dei pazienti, che si privano così di farmaci legali ed efficaci, e alimenta la tratta clandestina dei rettili, tolti dal loro habitat, uccisi e venduti a prezzi esorbitanti.
Altre foto di rettili in questa gallery
21 Agosto 2011 | Elisabetta Intini