Una passeggiata nella hall

corbis_42-19901274_web
Un elefante africano in transito nella hall di un hotel in Zambia.
Il transito di un pachiderma davanti al bancone della reception di un albergo non è un evento che passa inosservato (guarda il video).
Ma il personale del Luangwa River Lodge, in Zambia, non sembra particolarmente sconvolto dal passaggio di un elefante africano diretto al suo albero di mango preferito. Probabilmente non è la prima volta che accade e, con la quantità di cibo che questi mammiferi possono inglobare, non c'è da stupirsi.
Un elefante africano (Loxodonta africana) può consumare, tra foglie, radici, cortecce, erba e frutta, dai 100 ai 300 chili di vegetali al giorno, che manda giù insieme a 190 litri d'acqua.
Durante la stagione secca, si accontenta delle foglie raccolte da arbusti spinosi. Mentre i terreni paludosi costituiscono "l'ultima spiaggia", una riserva cui attingere solo in caso di scarsità di cibo. Qui è facile trovare gli elefanti in fin di vita, perché la vegetazione è più soffice e gli esemplari malati hanno spesso pochi denti.
11 Novembre 2011 | Elisabetta Intini