Al via il tour #Guardaavanti, niente cellulare alla guida

Roma, 14 dic. (AdnKronos) - Da domani parte il tour di #guardaavanti, la campagna di sensibilizzazione di Tim e Ducati rivolta ai giovani per contrastare l’uso del cellulare alla guida che vedrà coinvolti migliaia di studenti di cinque città d’Italia. I ragazzi, dopo un’intensa attività formativa con un team di educatori nelle classi scenderanno nelle piazze delle loro città per richiamare l’attenzione dei propri concittadini sul tema della sicurezza stradale. Diverse le attività che saranno messe in campo per coinvolgere la città: prove di abilità disturbate dall’utilizzo di telefonini, distribuzione di materiale informativo ed anche flash mob agli angoli delle strade.

 

#guardaavanti toccherà domani Padova e successivamente le città di Bologna, Bari, Napoli, Roma per concludersi durante il Gran Premio d’Italia TIM del Mugello a maggio.

 

La campagna di Tim e Ducati #guardaavanti, arrivata alla sua seconda edizione, ha già coinvolto 3.500 studenti nelle scuole di 20 città di Italia sostenuta da testimonial di eccezione come Andrea Iannone, Andrea Dovizioso e Loris Capirossi e altri 85 volti noti che hanno aderito e rilanciato #guardaavanti sui social, generando oltre 6 milioni di contatti in rete.

 

"Siamo orgogliosi di partecipare al primo passo di questo rinnovato impegno di Tim nei confronti dei giovani, con la campagna #guardaavanti – dichiara Cristiano Habetswallner, eesponsabile Sponsorship di Tim- quest’anno protagonisti saranno direttamente i ragazzi delle scuole, impegnati in azioni concrete di cittadinanza attiva nelle piazze per sensibilizzare questa volta i più adulti alla consapevolezza del valore della vita e al tema della sicurezza stradale. #guardaavanti offrirà momenti di formazione e riflessione ma anche di gioco on the road e in rete grazie al supporto di youtubers e webstar".

 

"Dopo aver partecipato con successo al primo anno della campagna #guardaavanti di Tim e Ducati in merito al corretto utilizzo del cellulare alla guida, ci fa molto piacere rinnovare il nostro impegno in questa importante attività formativa" - ha aggiunto Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse - abbiamo constatato con piacere che il diretto coinvolgimento dei nostri piloti alla campagna ha contribuito, attraverso la loro presenza, simpatia e immagine, a veicolare il messaggio ai giovani. Ora ci prepariamo alla fase successiva, che si svolgerà nelle città maggiori, con l’obiettivo di contribuire alla crescita di questa iniziativa".

 

ECONOMIA; NAZIONALE; VENETO | 14 DICEMBRE 2015

Come vengono girate

 

le scene di SESSO 
 

dei FILM?