Quando Google Earth si sbaglia

Cartoline dell'assurdo: una collezione di luoghi senza senso generati da incongruenze tra gli algoritmi del servizio di mappe e il mondo reale.

Google Earth ci permette di catapultarci praticamente ovunque e di sorvolare canyon, ponti, cascate, strade, grattacieli. Ci riesce collegando immagini bidimensionali catturate da satelliti, fino a comporre un collage coerente di una porzione di paesaggio. In due dimensioni, l'operazione è piuttosto immediata, ma in tre, e nelle situazioni meno lineari - dove le strade si sovrappongono, o si apre un precipizio - le cose si fanno più complesse e l'algoritmo rischia di incepparsi. Proprio come è accaduto nelle immagini che vi mostriamo.