18
mar 2013

Chi scrive a chi

Secondo una ricerca, lo scambio di email tra gli abitanti di paesi diversi non dipende solo dai loro rapporti commerciali e politici, ma dalle similitudini culturali.

Una diagramma mostra una sintesi dei flussi di e-mail tra paesi di cultura e religione diversa.
Una diagramma mostra una sintesi dei flussi di e-mail tra paesi di cultura e religione diversa.

Quanto più due nazioni hanno rapporti, tanto più i loro abitanti si scriveranno email, ma… non sempre. E' la conclusione a cui è giunto un team di studiosi dopo aver analizzato milioni di email di Yahoo. La ricerca, promossa dalle Università di Stanford e Cornell, da Yahoo e dal Qatar Computational Research Institute, ha evidenziato come paesi che hanno la stessa lingua, confini in comune, consuetudini commerciali e un maggior numero di collegamenti aerei tendono a mandarsi più email. Con le dovute eccezioni.

E-mail, le usate ancora? I giovanissimi sembrano preferire le comunicazioni via social network

Cultura e società

Ad avvicinare due nazioni sono soprattutto le similitudini culturali: i ricercatori lo hanno capito leggendo i flussi di email, alla luce degli studi del sociologo olandese Geert Hofstede, secondo cui i paesi vanno confrontati in base al rapporto tra abitanti e potere, al tasso di individualismo e collettivismo, al modo in cui gestiscono eventi inattesi, all'equilibrio tra valori maschili e valori femminili, alla tendenza ad avere obiettivi a lungo o a breve termine e alla rigidità delle norme sociali. I rapporti economici e politici insomma non basterebbero a spiegare le relazioni internazionali.

La scoperta è che i paesi europei si scrivono meno di quanto ci si aspetterebbe, nonostante tra loro intercorrano molte relazioni commerciali e politiche. Al contrario quelli del Sudamerica hanno rapporti via email soprattutto tra loro, quasi a isolarsi dal resto del mondo. Ed entrano in contatto più volentieri tra loro i paesi dove i valori "maschili" predominano su quelli "femminili". E l'Italia? Dalla ricerca è emerso che la maggior parte dei nostri rapporti via email li abbiamo co Belgio, Stati Uniti, Svizzera, Croazia e Slovenia (vedi foto). L'avreste mai detto?

Leggi anche: l'e-mail fa 41.
5
0
Contenuti collegati
Commenti (0)
commento-focus

Non sei connesso. Accedi utilizzando gli strumenti sottostanti.

commento-focus
Non sei connesso. Accedi utilizzando gli strumenti sovrastanti.
Oppure registrati.
Non sono presenti commenti.