Case da pazzi

Come può essere la sede di un azienda che produce cesti? Ma a forma di cesto, è ovvio. E adesso provate a immaginare l’abitazione del presidente dell’associazione mondiale dei produttori di toilette... Sì, esatto: è proprio come pensate (e vedrete nelle prossime foto). E queste sono solo alcune delle case più pazze del mondo che vi presentiamo in questa curiosa fotogallery.

1-basket-building9-the-toilet3-kansas-city-library2-dancing-house5-crooked-house7-cubic-house6-sam-kee-buildingpiano-house8-wonderworks4-robot-buildingiber_82192_webcorbis_42-23131563afp_000_par1449584_mediaget_82641884_653023Approfondimenti
1-basket-building

La pubblicità è l’anima del commercio. Deve averlo pensato anche Dave Logaberger, fondatore dell’omonimia azienda, quando a metà degli anni ’90 decise di costruire la nuova sede della propria compagnia, la Longaberger Company. Che come è facile intuire produce… cesti. Il Basket Building si trova a Newark, nello stato dell’Ohio (USA) e i numeri che lo descrivono sono impressionanti: sette piani fuori terra, 9000 metri quadri di uffici e 9000 tonnellate di peso, di cui 150 solo per i manici, riscaldati per evitare che neve e gelo li appesantiscano e li facciano crollare.

Foto: © Greg Gladman

9-the-toilet

Dove può abitare il presidente della World Toilet Association, l'associazione mondiale dei produttori di toilette? Ma è ovvio: in una casa a forma di water. La dimora di mr. Sim Jae-duck si trova a Suwon, a 40 km circa da Seoul, occupa una superficie di 420 metri quadri e al centro ospita una toilette completamente trasparente. Per proteggere la privacy degli utilizzatori, al momento del bisogno il locale viene saturato da una fitta nebbiolina. É costata 1,6 milioni di dollari e può essere affittata all’esorbitante cifra di 50.000 dollari al giorno.
Attualmente il 40% della popolazione mondiale non ha accesso a una toilette.

3-kansas-city-library

Dal Signore degli Anelli alla Storia di due città, passando per la Tela di Carlotta: sono questi alcuni dei titoli in bella mostra sulla biblioteca centrale di Kansas City. Non è un errore di stampa: abbiamo proprio scritto "sulla" biblioteca: inaugurato nel 2004, questo edificio ha un design assolutamente unico nel suo genere. I 22 titoli delle opere che danno forma alla facciata sono stati scelti dai cittadini di Kansas City con una consultazione popolare. L’intero complesso è costato oltre 50 milioni di dollari, finanziati in parte dagli enti pubblici e in parte da privati.

Foto: © davidking

2-dancing-house

Dancing House, o casa che balla, è il soprannome di un edificio molto particolare che sorge nel centro di Praga, nella Repubblica Ceca. Progettato dall’architetto ceco Vlado Milunic e dall’archistar canadese Frank Gehry, è stato costruito tra il 1994 e il 1996. Il palazzo in origine si chiamava Fred&Ginger, in omaggio a Fred Astaire e Ginger Roger, vista la sua somiglianza a una coppia di ballerini. È stato costruito con 99 panelli di cemento, tutti di forme e dimensioni diverse. Chiamata anche "casa degli ubriachi", questa originale costruzione è sede di numerose multinazionali e di un pregiato ristorante francese.

Foto: © Tan?ící d?m

5-crooked-house

La Crooked House, o casa accartocciata, si trova nella zona commerciale di Sopot, in Polonia. É stata realizzata dall’architetto polacco Szotynscy Zaleski e si ispira ai disegni di Jan Marcin Szancer, illustratore e scrittore di favole per bambini. E in effetti la Crooked House sembra uscita da una fiaba: le tegole del tetto, verdi e dalla forma singolare, ricordano per esempio le scaglie di un drago e le forme morbide fanno sembrare l’edificio simile alla costruzione in pongo di un bambino. Costruito nel 2003, ospita al suo interno un centro commerciale di 4000 metri quadrati.

Foto: © lostajy

7-cubic-house

La Cubic House è nata nel 1984 da un’idea dell’architetto Piet Blom. É costruita sulla sommità di una lunga passerella pedonale nel centro della città. Ciascuno dei 32 cubi che la compongono è un modulo abitativo autonomo, suddiviso in 3 piani: la zona giorno al primo livello, la zona notte al secondo, e un ulteriore spazio al terzo. Nella visione di Blom la Cubic House è la rappresentazione di una foresta, dove ogni cubo identifica un singolo albero.

Foto: © e~s

6-sam-kee-building

Questo curioso edificio si trova nel cuore della Chinatown di Vancouver, in Canada, ed è noto per essere l’edificio commerciale più stretto del mondo: è largo infatti solo 1,83 metri. Costruito a dimensioni normali nel 1903, è stato ridotto alla taglia attuale nel 1912, quando la città di Vancouver ha deciso di allargare la strada sulla quale si affacciava il palazzo e ne ha espropriati 7,3 metri alla Sam Kee Company. Fu allora che, per salvare il salvabile, gli architetti Brown e Gillan disegnarono questa strana costruzione appoggiandola su un robusto scheletro in acciaio. Adibito in origine a bagno turco per la comunità cinese di Vancouver, ospita ancora oggi al suo interno un tunnel segreto che permetteva agli ospiti di fuggire in caso di controlli da parte della polizia.

Foto: © ms-kwang

piano-house

Come si sale nella casa pianoforte? Ma è ovvio: si prende... il violino. Questa originalissima casa-pianoforte è stata costruita nel 2007 in Cina, nella provincia di An Hui, non lontano da Shangai. É stata voluta dal governo locale come attrazione turistica per calamitare l'interesse del pubblico e dei media e rilanciare la zona. Ospita al suo interno una mostra permanente sulle bellezze del circondario.

8-wonderworks

Volete capire cosa si prova durante un terremoto del 6° grado della scala Richter? Volete esplorare un mondo completamente capovolto come quello di Alice nel Paese delle Meraviglie? Volete morire di paura in un casa che sembra sul punto di crollarvi addosso? Per vivere queste e tante altre esperienze sensoriali potete fare un giro Wonderworks, la casa capovolta di Orlando, in Florida, una delle maggiori attrazioni della cittadina statunitense.

Foto: © wcamlin

4-robot-building

Il Robot Building si trova a Sathorn, nel cuore finanziario di Bangkok, in Thailandia. Ospita la sede della United Overseas Bank ed è stato progettato dall’architetto Sumset Jumsai. É stato realizzato nel 1986 per celebrare l’informatizzazione della banca. La singolare forma è stata ottenuta grazie alla sovrapposizione di moduli in calcestruzzo di larghezza differente. Alto 20 piani, ospita 23.000 metri quadri di uffici ed è costato circa 10 milioni di dollari.

iber_82192_web

Visto dall'alto ricorda un fitto termitaio. Ma avvicinadosi si scopre che queste costruzioni di forma conica del villaggio di Kandovan, nell'Iran nordoccidentale sono vere e proprie abitazioni. I karan (che nel dialetto locale significa "alveari") sono scavati all'interno di rocce di origine vulcanica presenti nella regione. Originariamente utilizzati come riparo per difendersi dall'avanzare delle orde di Mongoli, ora sono abitazioni a più piani del tutto efficienti nel riparare dalle temperature esterne. Le ceneri vulcaniche compresse che formano le pareti sono infatti perfetti isolanti naturali. Il villaggio ha più di 700 anni ma continua a esercitare un fascino fiabesco in chi lo visita.
Case da pazzi in giro per il mondo (vai alla gallery)

corbis_42-23131563

Che cosa ci fa una casa lassù? Aspetta i suoi abitanti. Si tratta infatti di un albergo, uno dei più strani del regno unito.
Si chiama House in the clouds, in italiano la casa tra le nuvole, ed è stata ricavata da una vecchia cisterna per l’acqua costruita nel 1923 nei pressi diThorpeness in Suffolck, in Inghilterra. Poi è stata trasformata in una abitazione e in seguito in un albergo. Oggi sui 5 piani si trovano 5 camere in affitto per weekend o settimane intere.

Guarda gli alberghi più strani del mondo

Un albergo volante

afp_000_par1449584_media

Roba da farsi venire il mal di mare. Nel villaggio polacco di Szymbark, l’uomo d’affari Daniel Czapiewski ha ideato e finanziato la “upside-down house” (casa sottosopra) pare per mettere in evidenza la precarietà e la confusione dell’era moderna. All’interno mobili e suppellettili attaccati al soffitto e l’effetto è quello della mancanza di gravità. Se non fosse per i numerosi turisti che ogni giorno affollano le stanze e che sono ben piantati con i piedi per terra.
L’edificazione di questa particolare dimora, destinata solo alle visite turistiche, ha richiesto un tempo cinque volte superiore ai normali tempi di costruzione di una casa delle stesse dimensioni.

get_82641884_653023

Guardare il mondo a testa in giù è una cosa, ma realizzare un’intera casa al rovescio, arredamento compreso, è davvero singolare. L’idea è venuta a due architetti polacchi Klaudiusz Golos e Sebastion Mikuciuk, che hanno progettato e costruito questa villetta (che sembra caduta dal cielo) a Trassenheide sul Mar Baltico, in Germania.
Che cosa li ha spinti a realizzare questa stranezza? Nessuna ragione in particolare, a loro dire, solo il gusto di fare qualcosa di diverso.
Entrando in questa strana casa si ha la sensazione di camminare sul soffitto sul quale si trovano i letti, le sedie, il tavolo, le poltrone, la cucina e persino i bagni. L’edificio, che per ovvie ragioni non è abitato, è un’attrazione turistica aperta al pubblico, oltre a essere utilizzato come spazio espositivo per mostre ed eventi. Diversi visitatori, tuttavia, ammettono che dopo qualche minuto al suo interno si prova un certo senso di … disorientamento!
Altre case sottosopra (ebbene sì: non è l’unica) sono visitabili in Polonia (l’“upside-down house” nel villaggio di Szymbark, anch’essa una casa-museo), a Orlando in Florida (una delle principali mete turistiche della città, con al suo interno finti uragani e terremoti) e a Maiorca in Spagna (la “House of Katmandu” che ospita stranezze di ogni genere, come robot semoventi e un tunnel rotante).

Guarda anche la gallery dedicata alle case più costose.

La pubblicità è l’anima del commercio. Deve averlo pensato anche Dave Logaberger, fondatore dell’omonimia azienda, quando a metà degli anni ’90 decise di costruire la nuova sede della propria compagnia, la Longaberger Company. Che come è facile intuire produce… cesti. Il Basket Building si trova a Newark, nello stato dell’Ohio (USA) e i numeri che lo descrivono sono impressionanti: sette piani fuori terra, 9000 metri quadri di uffici e 9000 tonnellate di peso, di cui 150 solo per i manici, riscaldati per evitare che neve e gelo li appesantiscano e li facciano crollare.

Foto: © Greg Gladman