Time Lapse Mania vai allo speciale

Come si costruisce il secondo grattacielo più alto del mondo

La costruzione della Torre di Shanghai in time lapse.

Joe Nafis è un regista californiano che andrebbe premiato per la sua pazienza e tenacia. Negli ultimi sette anni ha dedicato 1.000 ore e ha scattato 350.000 fotografie per documentare la costruzione della Torre di Shanghai (Shanghai Tower), un nuovo enorme grattacielo alto 631 metri e composto da 128 piani che è sorto a Lujiazui, un quartiere di Shanghai.

 

Al momento la costruzione è quasi completata, ma la torre non è ancora aperta al pubblico per ragioni che non sono del tutto chiare. Nonostante questo, è il secondo più alto grattacielo del mondo, alle spalle del Burj Khalifa di Dubai.


Guarda anche: TIME LAPSE MANIA

Nafis nel 2009 era già riuscito a procurarsi l’accesso a una posizione privilegiata per documentare la costruzione della torre. Ha piazzato una macchina fotografica per 4 anni e ha iniziato a scattare foto. Migliaia di foto. Nel frattempo si è anche spostato, per fotografare la costruzione da altre posizione e con l’aiuto di alcuni droni.

 

Ha raccolto in tutto 8 terabyte di dati che sono stati utilizzati per produrre il video in timelapse che vi presentiamo in apertura.

I numeri della Torre. I lavori per la costruzione della Shanghai Tower si aggirano intorno ai 1,8 miliardi di euro e sono cominciati nel 2008. Se e quando sarà inaugurata - la data prevista è aprile 2016 - potrà accogliere 16 mila persone al giorno nei suoi uffici, bar e ristoranti.

 

La torre è dotata di 106 ascensori, tra cui i futuri tre ascensori più veloci del mondo – in grado di viaggiare a circa 66 chilometri all’ora, cioè 18 metri al secondo. 

Le città viste dall'alto nelle fantastiche foto di Vincent Laforet le trovi su Focus 281, in edicola fino al 21 marzo 2016 (scopri l'anteprima). Focus è anche su iOS, Android, Amazon, Zinio (web). E per non perderti nessun numero abbonati qui.

H/t: Gizmodo

07 Marzo 2016

Codice Sconto

CONTENUTI CORRELATI