La prima luce da una super-Terra

C'è luce su un pianeta alieno. La super-Terra 55 Cancri e, che dista 41 anni luce dal nostro pianeta e presenta rocce e acqua in superficie, emette luce...

C'è luce su un pianeta alieno. La super-Terra 55 Cancri e, che dista 41 anni luce dal nostro pianeta e presenta rocce e acqua in superficie, emette luce all'infrarosso. Rilevata dal telescopio Spitzer. 55 Cancri è una stella doppia distante da noi circa 41 anni luce. Le dimensioni di 55 Cancri A, la maggiore del sistema, sono appena inferiori di quelle del Sole, mentre la seconda componente, 55 Cancri B, è una nana rossa. Le due stelle sono separate da oltre 1.000 unità astronomiche (circa 150 miliardi di km). A tutt’oggi, si conoscono ben 5 pianeti che orbitano attorno a 55 Cancri A: due di questi hanno una massa simile a quella di Giove, altri due pari alla metà di quella di Saturno, mentre il più interno (dista solo 2,4 milioni di km dalla stella, attorno a cui compie un’orbita in meno di 18 ore), denominato 55 Cancri e, viene definito una super-Terra, con dimensioni pari a circa il doppio di quelle del nostro pianeta, una massa 8 volte maggiore e una densità media doppia (quasi 11 g/cm3).

Rappresentazione artistica dell'esopianeta 55 Cancri e, la cui luce infrarossa è stata osservata direttamente dal telescopio spaziale Spitzer. «Il rilevamento rappresenta un passo storico nella ricerca dei segni della vita su altri pianeti», ha commentato Bill Danchi, lo scienziato alla guida delle ricerche col telescopio. (NASA/JPL/Caltech)

Adesso, il telescopio spaziale infrarosso Spitzer è stato in grado di rilevare la luce emanata da questo esopianeta, la prima volta nel caso di una super-Terra. 55 Cancri e, essendo molto vicino alla stella, non si trova nelle condizioni di essere abitabile, ma quanto rilevato è un grande traguardo storico nella ricerca di segni di vita su altri pianeti. (La grande caccia ai pianeti extra solari: leggi tutte le notizie) Spitzer sta facendo da pioniere negli studi delle atmosfere di mondi distanti, ed ha un ruolo importantissimo nel preparare la strada per l'arrivo del James Webb Space Telescope, il telescopio spaziale di futura generazione da 6,5 metri di apertura, che userà simili tecniche per osservare mondi potenzialmente abitabili e che dovrebbe essere lanciato dalla NASA verso la fine di questo decennio.

Paragone tra la Terra e le dimensioni di 55 Cancri e. (NASA/JPL-Caltech/R. Hurt)

Precedentemente, Spitzer e altri telescopi avevano studiato il pianeta analizzando la piccolissima diminuzione della luminosità della stella 55 Cancri A, mentre questo gli transitava davanti. Nel  nuovo studio però, Spitzer ha misurato direttamente la luce infrarossa emessa dal pianeta stesso. I risultati hanno mostrato che 55 Cancri e è probabilmente molto scuro e la sua parte esposta alla stella raggiunge temperature superiori ai 2.000 °K. Queste nuove informazioni sono consistenti con la precedente teoria che indicava 55 Cancri e come un “mondo d’acqua”: un nucleo roccioso circondato da uno spesso strato esterno di acqua in uno stato "supercritico", dove si trova sia in fase liquida che gassosa ed è sottoposta ad enormi pressioni, sotto una coltre di vapore.

I grafico mostra come la luce infrarossa emessa da 55 Cancri e, stella + pianeta, cambia quando il pianeta, durante il suo percorso orbitale, passa dietro alla stella. Quando il pianeta scompare, il flusso di radiazione diminuisce per poi aumentare di nuovo quando riappare uscendo dall’eclisse. Questa tecnica permette di studiare le temperature e le composizioni delle atmosfere dei pianeti extrasolari. (NASA/JPL-Caltech/MIT)

La tecnica usata è stata quella di osservare il flusso luminoso proveniente dalla stella durante il percorso orbitale dell'esopianeta. Quando questo si trova davanti alla stella, ciò  che misuriamo è la luce della stella + la luce del pianeta. Se continuiamo a osservare la stella quando il pianeta si trova dietro di essa, possiamo poi calcolare la differenza e capire quanta luce emana il pianeta. L'informazione può aiutare a determinare la sua  temperatura del pianeta e, in alcuni casi, quali sono i componenti principali della sua atmosfera. Spitzer attualmente è in una fase di estensione della sua missione, e gli astronomi useranno questi anni extra per osservare altri esopianeti in dettaglio e probabilmente tornare anche su 55 Cancri e per altri esperimenti. Foto, video e notizie di astronomia sul canale spazio di Focus

C'è luce su un pianeta alieno

Una super-Terra che dista 41 anni luce dal nostro pianeta con rocce e acqua in superficie

09 Maggio 2012 | Mario Di Martino

Codice Sconto

Scopri chi è più

 

intelligente 

 

tra te

 

e tuo fratello