DeeDee: un nuovo pianeta nano ai confini del Sistema Solare

A 92 volte la distanza tra il Sole e la Terra, completa un'orbita ogni 1.100 anni.

dede4
Illustrazione: DeeDee e, sullo sfondo, il Sole.|Alexandra Angelich (NRAO / AUI / NSF)

Grazie al radiotelescopio ALMA un gruppo di astronomi è riuscito a mettere in risalto le caratteristiche di un oggetto, recentemente scoperto, che si trova ben oltre Plutone ed è tra i più lontani mai osservati.

 

Si tratta di 2014 UZ224, chiamato anche DeeDee - dalle iniziali di Distant Dwarf (nano lontano) - 3 volte più distante di Plutone dal Sole: al momento, è il secondo più distante oggetto trans-nettuniano (oltre l'orbita di Nettuno) noto, dopo il pianeta nano Eris. Gli astronomi stimano che dovrebbero esserci decine di migliaia di corpi ghiacciati di questo genere, oltre l'orbita di Nettuno, dei quali Plutone è il più vicino.

 

DeeDee ripreso dal radiotelescopio ALMA (in Cile). | (NRAO / AUI / NSF)

Sarà un pianeta nano? I dati di ALMA rivelano che DeeDee ha un diametro di soli 635 km, ossia due terzi del diametro di Cerere, che è il più grande tra i corpi della stessa classe nella fascia degli asteroidi (un insieme che invece è relativamente vicino, tra Marte e Giove).

 

Sulla base del diametro i ricercatori ritengono che DeeDee possa avere una massa sufficiente ad avergli dato forma sferica: se così fosse, rientrerebbe a pieno titolo nella categoria dei pianeti nani - cosa che tuttavia non è ancora stata confermata.

 

Stati Uniti, Luna, Plutone e DeeDee: misure a confronto. | (NRAO / AUI / NSF)

 

Sottolinea David Gerdes, ricercatore dell’università del Michigan e primo autore dello studio pubblicato su Astrophysical Journal Letters: «Nello spazio, oltre Plutone devono esserci molti corpi planetari simili a DeeDee, alcuni piccoli, ma altri con dimensioni tali da competere con quelle di Plutone, e potrebbero essercene anche di più grandi. Sono però oggetti molto lontani e la luce che riflettono è debolissima, perciò è molto difficile rilevarli e poi studiarli. ALMA tuttavia ha capacità uniche, che ci permettono di conoscere dettagli molto interessanti anche di mondi così lontani».

 

Distanze a confronto: "AU" sta per Unità Astronomica, che per convenzione è la distanza Terra-Sole. | (NRAO / AUI / NSF)

 

Super freddo. DeeDee si trova a circa 92 unità astronomiche dal Sole (1 UA corrisponde a 150 milioni di chilometri): a quella distanza DeeDee impiega circa 1.100 anni per compiere un orbita attorno al Sole e la sua luce riflessa impiega quasi 13 ore per raggiungere la Terra. La scoperta di DeeDee (2014) è stata confermata nel 2016, ma dalla prima serie di dati i ricercatori avevano dedotto solamente distanza e caratteristiche orbitali, non le dimensioni o altre caratteristiche. Adesso è stata rilevata anche la temperatura superficiale, che è attorno a 30 gradi Kelvin (-243 °C), ossia poco più dello zero assoluto (-273,15 °C).

 

Elementi primordiali. Gli oggetti come DeeDee sono "avanzi" della formazione del Sistema Solare: le loro orbite e proprietà fisiche rivelano dettagli importanti sulla nascita dei pianeti e sulla loro distribuzione attorno al Sole. Con le stesse tecniche messe in campo con ALMA i ricercatori potrebbero probabilmente scoprire anche qualcosa di più sul Pianeta Nove, un ipotetico pianeta gigante che si suppone possa orbitare attorno al Sole ancora più lontano di DeeDee ed Eris.

 


Vedi anche

 

15 Aprile 2017 | Luigi Bignami